VIDEONEWS & sponsored

(in )

MASCHIO (ONDA CIVICA TRENTINO) * REPLICA AD URBANI: « IL CDX LA SMETTESSE DI DARE LEZIONI DI DEMOCRAZIA, CARO COLLEGA PENSI A CASA SUA E LA SMETTA DI GIUDICARE ALTRI »

Dopo l’ennesimo insulto del CDX, ed in particolare del capogruppo di Fratelli d’Italia, che ancora una volta accusa le altre minoranze di non saper e non voler fare opposizione ma di appiattirsi sulle proposte della maggioranza, credo opportuno rispondere a tono.

Andasse l’egregio capogruppo a preoccuparsi di rompere gli zebedei alla sua maggioranza tenuta insieme a stento tra liti, incomprensioni, nomine mancate, dimissioni, urli, insulti e figuracce.

Vede caro collega io ritengo che il ruolo di un consigliere di minoranza sia certamente quello di vigilare affinché chi ha vinto le elezioni governi e lo faccia in nome e per conto della cittadinanza tutta ma sia anche, e nondimeno, quello di contribuire affinché il governo della maggioranza sia efficace ed efficiente cosicché tutti i nostri concittadini ne beneficino.
In merito alla proposta del Presidente del Consiglio, Paolo Piccoli, ricordo che la stessa è sul tavolo da mesi e non è arrivata tra capo e collo all’ultimo momento.

Ricordo inoltre che prevede la possibilità, e non la prassi, di poter contingentare i tempi laddove l’atteggiamento in aula superi il livello dell’opportuno e del lecito e che sopratutto questo può essere fatto se e solo se una parte della minoranza è d’accordo.
Altrimenti si prosegue come al solito.

Ecco che un consigliere serio, costruttivo, capace ed intelligente si dovrebbe mettere a discutere nel merito, con proposte di modifica e variazione della delibera, senza andare in piazza con il bavaglio da pagliaccio, urlando anatemi di violazione delle democrazie, senza accusare a destra e manca chi non la pensa come lui, atteggiamento davvero discutibile, e sopratutto senza mettere in pratica con più di 4000 emendamenti quell’atteggiamento ricattatorio, inopportuno e vergognoso posto al fine di bloccare i lavori d’aula in un momento in cui la città, la provincia, l’Italia intera soffre per problemi reali che aspettano soluzioni.

Caro collega pensi a casa sua e la smetta di giudicare altri.

 

*
Andrea Maschio
Capogruppo Onda Civica Trentino nel Comune di Trento