VIDEONEWS & sponsored

(in )

MASCHIO (ONDA CIVICA TRENTINO) * CONSUMO DI SUOLO – CANOVA DI GARDOLO: « LA RESPONSABILITÀ È TOTALMENTE DEL CSX, FU L’UNICO A GOVERNARE LA CITTÀ E LA PROVINCIA NEGLI ANNI PRESI A RIFERIMENTO »

È del 7 febbraio la denuncia dell’enorme consumo di suolo fra il 2006 ed il 2019 contenuta nel Rapporto sulle dinamiche di urbanizzazione e sul consumo del suolo in Trentino presentata al Forum Osservatorio del paesaggio.

Il Trentino quindi viene presentato come il peggiore, sotto questi termini, nel confronto con gli altri territori alpini e Trento fra i peggiori del Trentino.

Perdonatemi ma la seguente considerazione non lascia scampo: la responsabilità è totalmente del CSX, unico a governare la città e la provincia negli anni presi a riferimento.

Sinceramente leggere che il Sindaco ne da una lettura diversa cercando di spiegare come Trento sia meglio di altri Comuni del nostro territorio lascia perplessi in merito a quell’aspetto elettorale di “transizione ecologica” sbandierato e che oggi pare aver lasciato il passo ad altri aspetti leggermente meno ambientalistici.

La prego basta il M5S ad usare la “transizione ecologica” per giustificare ogni tradimento delle promesse elettorale non lo faccia anche lei.

 

*

Ma veniamo all’oggetto dell’interrogazione la lottizzazione di Canova di Gardolo.

A dire il vero inviai interrogazione scritta datata 20.12.2020 con Pec e ricevuta di ritorno lo stesso giorno in merito ma, visto che non vi è traccia di risposta ne evidenza sul sito, provo a riproporre l’argomento.

La Provincia di CDX ha bocciato alcune scelte urbanistiche alla base dell’ostruzione del CDX nella fase finale della scorsa consiliatura e già questo fa sorridere abbastanza se il candidato a Sindaco del CDX non si era premunito di sapere se stava proponendo qualcosa fuori dalla legge. In effetti la questione dei revisori dei conti dimostrava già che a fine consiliatura tutto era ormai sdoganato.

Le motivazioni pare siano che le scelte approvate in Comune contrastano con il PUP e con la stessa filosofia alla base della variante generale al Piano Regolatore Generale. Una bocciatura da parte del CDX provinciale al CDX comunale che per puro scopo elettorale portò avanti speculazioni edilizie con l’appoggio e la connivenza del precedente CSX di cui molti ancora in consiglio.

Si salvano solo gli ex-consiglieri Ianes e Zannini che insieme a noi portarono avanti una lotta contro questo metodo e questa mala-sostanza.

Quando in aula denunciammo ripetutamente la violazione dell’obiettivo di piano primario ovvero “il consumo del suolo zero” venivamo derisi e ridicolizzati.

Ora ritengo che i ridicoli siano coloro che hanno portato avanti tale metodo, anche perché tutto ciò si è peraltro tramutato in un danno alla cittadinanza in termini economici.

Il Comune è tenuto a prendere atto di queste bocciature perché non in grado di giustificarle e spiace che il Sindaco cerchi di dare la totale responsabilità al CDX, che responsabile lo è di brutto, ma che vede la totale corresponsabilità del CSX.

Chi non ha ascoltato le circoscrizioni siate stati tutti voi CSX e CDX.
La circoscrizione si era espressa tanto che ha voluto dare un segnale forte dimettendosi in massa. Ma avete preferito fregarvene e non è accettabile che oggi lei Sindaco affermi che sia stato il CDX quando invece è stato l’ennesimo accordo tra CSX e CDX.

Lei Sindaco inoltre sostiene che, cito testualmente: “La Provincia ha rilevato alcune situazioni puntuali in contrasto con la legge: situazioni frutto della mediazione in aula, su cui però c’era il parere negativo dei nostri uffici, perché non coerenti con la Variante”.

E questa cosa è gravissima.

Lei quindi sta dicendo che il suo predecessore, la giunta e la maggioranza di CSX, di cui parte siede ancora negli scranni di comando, hanno deliberatamente violato la legge sapendolo.

Tutto ciò premesso abbiamo chiesto quali siano nel dettaglio le aree stralciate dalla Provincia e se l’area di Canova, inserita a suon di emendamenti e grazie al permesso della giunta sia fra queste e come nel merito delle aree di cui al punto 1 nel dettaglio di ognuna di esse sia sia risposto o si stia rispondendo alla provincia stessa.

Colgo l’occasione per porgere i più cordiali saluti.

 

*

Andrea Maschio
Capogruppo Onda Civica Trentino nel Comune di Trento