VIDEONEWS & sponsored

(in )

LIBERI E UGUALI TRENTINO * INCONTRO PUBBLICO DI PRESENTAZIONE DEI CANDIDATI NEL COLLEGIO UNINOMINALE IN VAL DI FIEMME

Si terrà giovedì 15 febbraio, alle ore 20.30 a Cavalese l’incontro pubblico di presentazione dei candidati di Liberi e Uguali nel collegio uninominale in Val di Fiemme: Antonella Valer, candidata alla Camera dei Deputati e Vincenzo Calì, candidato al Senato della Repubblica.

L’incontro, dal titolo “Studiare, lavorare e curarsi in una valle di montagna”, si svolgerà presso la sala della biblioteca comunale e sarà condotto da Diego Delvai che intervisterà i candidati e raccoglierà le domande e le riflessioni del pubblico.

Antonella Valer, 46 anni, candidata alla Camera: “Non ho esperienze politiche nelle istituzioni, ma “faccio politica” nella mia vita di tutti i giorni: ho sempre creduto nella partecipazione attiva dei cittadini e delle cittadine alla vita delle loro comunità, nella funzione essenziale dell’educazione, e nell’importanza della formazione per la democrazia. Credo nella politica come la definiva Lorenzo Milani: “Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Uscirne da soli è avarizia. Uscirne tutti insieme è politica.”

Vincenzo Calì, 72 anni, candidato al Senato: “Di Antonella condivido la spinta ideale: promuovere la partecipazione attiva dei cittadini e delle cittadine alla vita democratica del nostro Paese. La mia esperienza parte con la partecipazione attiva ai movimenti che segnarono gli anni sessanta; oggi, in un momento storico in cui vediamo con quali difficoltà le giovani generazioni si trovano ad affrontare le sfide del mondo nuovo, della spinta contestativa di allora è rimasta la volontà di non arrendersi di fronte alla crisi di partecipazione, il senso del dovere di portare il proprio contributo a far sì che il dettato dell’art. 3 della Costituzione, che abbiamo difeso con il referendum, non rimanga lettera morta. Amo il Trentino di cui sono cittadino dal lontano 1968 e alla cui valorizzazione ho dedicato gran parte della mia attività, all’Università e al Museo storico della città capoluogo.”

Valer e Calì trovano nelle linee programmatiche di Liberi e Uguali la concretizzazione politica di una società più giusta e sostenibile, a partire dalla priorità di ridurre le disuguaglianze.
Dunque perseguendo scelte di politica economica di segno diverso da quelle degli ultimi 20 anni, nella direzione indicata dalla campagna Sbilanciamoci.

Si tratta cioè di rimettere al centro la persona come valore in sé e soggetto di relazioni, promuovendo l’accesso ai diritti (istruzione, salute) attraverso un intervento pubblico efficiente, di ridare dignità al lavoro creando lavoro buono, utile, sensato; ma anche di ripensare il modello stesso di società e di economia.