VIDEONEWS & sponsored

(in )

LIBERI E UGUALI – TRENTINO: ALBERI COMUNE ROVERETO: ” INDIGNAZIONE PER I METODI POCO DEMOCRATICI ADOTTATI DALL’AMMINISTRAZIONE “

Il Sindaco di Rovereto, proprio nel corso della Giornata della Terra, ha emesso un’ordinanza, che imponeva restrizioni di traffico, dalle ore 5 alle ore 18 di domenica 20 aprile, in Viale Trento, al fine di consentire l’abbattimento di 47 alberi.

Gli alberi, in ambito cittadino, hanno una importantissima funzione; sono molto efficaci nella tutela della qualità dell’aria, trattenendo particelle inquinanti nel loro fogliame e rendendole inattive; inoltre, grazie alla fotosintesi, rilasciano grandi quantità di ossigeno.

È stato calcolato che alberi adulti, dell’altezza di oltre quindici metri, in ottime condizioni di salute, riescano ad assorbire dieci chilogrammi di Anidride Carbonica (CO2) all’ora, rilasciando, nel contempo, nell’atmosfera, sei chilogrammi di Ossigeno. Non si possono poi trascurare gli effetti benefici, sulle persone, dell’ombreggiamento e della piacevolezza del panorama.

Ciononostante, questa mattina sono stati abbattuti quaranta alberi, di cui uno solo malato ed un altro secco. Altri sette alberi, destinati ad esserlo, non sono stati abbattuti a causa della presenza, sui rami, di persone, partecipanti ad una manifestazione civile e pacata, alla quale erano presenti i manifestanti e poliziotti, carabinieri, membri della polizia locale e dei vigili del fuoco.

Liberi e Uguali del Trentino, nello stigmatizzare quanto accaduto, intende manifestare la propria indignazione per i metodi poco democratici adottati dall’amministrazione di Rovereto nel gestire la questione e per la scarsa sensibilità ambientale dimostrata. Si ritiene che i danni sociali e ambientali provocati da questo atto siano notevoli e che avrebbero potuto essere notevolmente ridotti con un progetto di riqualificazione rispettoso del patrimonio arboreo esistente.

 

*

Liberi e Uguali del Trentino