VIDEONEWS & sponsored

(in )

LES – LIBERTÀ E SICUREZZA POLIZIA DI STATO * COSENZA: PINO E CASSANO, « VILE ATTENTATO ALL'ARMA DEI CARABINIERI, ESPRIMIAMO LA NOSTRA VICINANZA E SOLIDARIETÀ »

Il Segretario Generale Regionale dr. Vincenzo Pino e Il Segretario Provinciale di Catanzaro Francesco Cassano a nome di tutta l’organizzazione sindacale Libertà e Sicurezza Polizia di Stato (LeS), esprimere tutta la sua vicinanza e solidarietà all’Arma dei Carabinieri e nello specifico al Maresciallo Orlando D’ambrosio, Comandante della Stazione dei Carabinieri di Cetraro (CS), per il grave atto intimidatorio subìto, che ha visto la macchina del maresciallo, per fortuna vuota in quel momento, è stata crivellata da colpi di arma da fuoco.

L’ignobile attentato è avvenuto successivamente a una vasta operazione antidroga, (denominata Katarion) dei Carabinieri di Cetraro e la Dda di Catanzaro, guidata dal Dr. Nicola Gratteri, contro un’organizzazione vicina alla cosca di ‘ndrangheta dei Muto,

La vicinanza dei due fatti suggerisce agli investigatori un legame, evidenziando il vile atto come una vera e propria intimidazione.

I Segretari LeS Pino e Cassano: “Questi atti, non basteranno a scoraggiare il continuo lavoro delle Istituzioni che giornalmente senza risparmio di energie, si adoperano per dare ai cittadini quella legalità che serve per vivere bene, ma fa capire che la direzione intrapresa è quella giusta.

Un grande plauso per la brillante operazione svolta va a tutti i militari impiegati, azione volta anche a far capire a tutti i cittadini onesti che le Istituzioni ci sono e sono pronte a restituire gli spazi che la criminalità giornalmente sottrae.

Grazie a tutti i cittadini, che continuano a credere e sostenere il lavoro degli Uomini e delle Donne in divisa, che tutti i giorni lottano per garantire un presidio di legalità in tutti quei territori difficili e spesso abbandonati.”

Concludono i dirigenti sindacali: “è doveroso sottolineare l’errore fatto in passato, ovvero la chiusura del Posto di Polizia di Cetraro e forse, dopo questo episodio per fortuna non finito in tragedia, prendere in considerazione l’eventuale riapertura dello stesso, perché in determinati territori “caldi” gli uffici di Polizia non vanno chiusi, ma rafforzati. A tutti i colleghi e colleghe rinnoviamo la nostra vicinanza.”