VIDEONEWS & sponsored

(in )

LEONARDI (FI) * WELFARE: « MENO SPRECHI ALIMENTARI, APPROVATA LA PROPOSTA VOLTA A DARE ATTUAZIONE A DUE IMPORTANTI PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI »

Approvata in consiglio provinciale la proposta di Leonardi (Forza Italia) volta a dare attuazione a due importanti provvedimenti legislativi.

Ridurre gli sprechi alimentari da un lato, potenziare gli interventi nel settore del welfare provinciale per quanto riguarda le persone con disabilità dall’altro. È quanto chiede, tramite una proposta di ordine del giorno approvata oggi in consiglio provinciale, il rappresentante di Forza Italia Giorgio Leonardi.

«Partendo dal presupposto che sprecare il cibo è un sacrilegio, ritengo che quello che a tutti gli effetti è un problema sempre più diffuso e sentito si possa trasformare anche in un’opportunità per ripensare i nostri modelli di produzione e di consumo, destinando le eccedenze alimentari a fini solidali, commenta Leonardi esprimendo soddisfazione per l’esito della votazione». «Allo stesso modo – prosegue – la politica sempre più è chiamata a varare misure di assistenza nei confronti di persone con disabilità, favorendone il benessere sociale e la piena inclusione iniziando dal supporto alla domiciliarità che tanto può fare per prevenire o comunque arginare l’isolamento in cui spesso queste persone si ritrovano a vivere».
Nell’ambito della riforma del welfare provinciale, come noto, si collocano due importanti provvedimenti legislativi approvati nel corso della passata legislatura, con il consenso unanime delle forze politiche rappresentate in consiglio provinciale.

Si tratta della legge provinciale 22 settembre 2017, n. 10 in materia di riduzione degli sprechi, recupero e distribuzione delle eccedenze alimentari e non alimentari e dei prodotti farmaceutici e modifiche di leggi provinciali connesse; e della legge provinciale 13 giugno 2018 n. 8, che ha approvato – tra le altre – una serie di disposizioni che sono andate a costituire il Capo II bis (interventi per favorire l’abitare sociale delle persone con disabilità) della L.P. 8/2003, relativa all’attuazione delle politiche a favore delle persone con disabilità. Nello specifico, l’obiettivo di questa legge è la messa in campo di risorse e interventi finalizzati a sostenere progetti per una vita il più possibile autonoma delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare o in vista del venir meno di tale sostegno.

Per dare piena attuazione ai due citati provvedimenti legislativi e per procedere a una corretta attuazione delle previsioni di spesa del bilancio provinciale in materia di welfare – ha illustrato Leonardi in aula – si rendono necessarie alcune deliberazioni attuative di competenza della Giunta provinciale, previo tempestivo confronto con le realtà provinciali attive nel terzo settore e nell’ambito dei servizi alle persone con disabilità.

Con l’approvazione della proposta la giunta si è così impegnata a definire i provvedimenti attuativi della legge provinciale 22 settembre 2017, n. 10, e a proseguire nell’iter procedimentale di predisposizione e approvazione della deliberazione di cui all’art. 25, comma 1 bis, della legge provinciale 10 settembre 2003, n.8, relativamente ai criteri e alle modalità di attuazione delle disposizioni contenute nel Capo II bis della legge medesima.

 

*

Giorgio Leonardi

Consigliere provinciale Forza Italia