Una Pontida che vede la presenza del Trentino ancora più massiccia in quest’edizione, con il record di pullman dalla provincia autonoma di Trento e con l’arrivo di tantissime persone con auto private. Anche quest’anno, come da tradizione, sul pratone di Pontida è avvenuto il grande incontro del popolo leghista. A fare da contorno all’evento della Lega, tantissimi stand gastronomici da ogni parte d’Italia: dal Trentino alla Sicilia.

“Siamo molto soddisfatti dell’ampia partecipazione dei trentini alla manifestazione perché questa presenza rappresenta non solo un forte segnale di dissenso nei confronti del governo delle poltrone e di tutti coloro che lo sostengono, ma anche e soprattutto un segnale a favore della Lega, di quella Lega che sta vicino a tutti i territori e che si vuole proporre come forza riformatrice del paese”. Con queste parole il Segretario della Lega Salvini Trentino Mirko Bisesti commenta la giornata.

“Il discorso di Salvini è stato chiaro: nostro preciso compito sarà quello di fare capire alla gente ancora schifata per quanto avvenuto a Roma che è possibile un’altra Italia, un’Italia che non abbia paura e che non risponda agli ordini di Berlino e Parigi, ma soddisfi le richieste e risponda a un solo sovrano: il popolo italiano”.