VIDEONEWS & sponsored

(in )

LEGA NORD TRENTINO* DEGRADO PIAZZA DANTE TRENTO: LA “BEPINA” SI RIGIRA NELLA TOMBA

Quanto è stata creata Piazza Dante, nessuno pensava si sarebbe arrivati alle condizioni di oggi.

Il tutto sembra essere partito quando hanno voluto togliere l’aquila dalla Piazza, parlando di una prima riqualificazione, e già allora era sovente trovare molestatori di ragazzine in giro per il parco.

Si è quindi parlato di un nuovo recupero della piazza, con progetti più che decennali per la loro realizzazione; nella precedente consiliatura, passando per la Circoscrizione, si era previsto l’attuale nuovo assetto della piazza. Bravi sono stati i tecnici nella progettazione e divulgazione della loro idea, ma non si può dire che non siano stati bravi i delinquenti che sono riusciti subito a prenderne il possesso. Perché?

Perché sono riusciti a spaventare le persone che frequentavano la piazza, a ridurre la clientela del bar, a impedire alle attività culturali di avere avventori e quindi seguito. Ma la responsabilità è dell’amministrazione comunale, che aveva garantito ai gestori una completa rinnovazione della piazza.

Invece gli interventi di “riqualificazione” della piazza e delle palazzine Liberty e Apt hanno contribuito a dar una cornice più bella e comoda ad azioni illegali. Uno tra i più recenti risultati nefasti è lo scoraggiamento delle associazioni dei bambini, per cui quest’anno hanno chiesto di spostare il Natale dei bambini in un’altra piazza (Santa Maria… altra area calda).

Da tempo si propone di spostare il parco giochi per bambini dall’area nord a quella adiacente al Libercafè, cosa che coniugherebbe l’esigenza di gioco dei bimbi con un caffè per i genitori ed un libro in biblioteca magari per i bimbi più grandi. Tra l’altro l’area giochi è ora inserita in un angolo vicino alla strada e agli scarichi inquinanti del traffico, con il listone che fa da muro.

Gli episodi di scontri tra bande presenti nel giardino, spesso collegati a fenomeni di controllo della microcriminalità incluso lo spaccio di stupefacenti vanno fermati ad ogni costo e la piazza riportata alla legalità, per l’onore della città; altrimenti la “Bepina” davvero si rigira nella tomba davanti a tanto degrado.

La Circoscrizione ha continuato a manifestare attenzione alla situazione della piazza e nell’ultimo consiglio, conscia della necessità di stimolare la presenza di varie manifestazioni, ha stanziato 1500 euro per tre concerti che si svolgeranno nelle giornate dal 10 al 12 dicembre prossimi, riconoscendone il pubblico interesse circoscrizionale, dato il luogo di svolgimento.

 

 

*

Lega Nord Trentino

Martina Loss

Consigliere Circoscrizione Centro Storico Piedicastello