VIDEONEWS & sponsored

(in )

LEGA NORD TRENTINO – CIVICA TRENTINA – FORZA ITALIA * BILANCIO COMUNE TRENTO: « L’AULA DEL CONSIGLIO COMPOSTA DA MAGGIORANZA CHE SI ATTEGGIA AD OPPOSIZIONE DELLA MINORANZA »

La realtà della manovra di bilancio del Comune di Trento. Nel ringraziare la stampa per l’attenzione data alla discussione del bilancio del Comune di Trento, dobbiamo però precisare alcune cose che non sono apparse o sono apparse distorte sulle pagine dei giornali. Come si disse, è la maggioranza a dover tenere il numero legale in aula e non può che essere, al contrario, felice se non vi è in aula la minoranza a fare opposizione; invece, l’aula del consiglio comunale di Trento sembra composta da una maggioranza che si atteggia ad opposizione della minoranza.

Nel ripartire con la discussione del bilancio lunedì sera, si è arrivati nella mediazione tra maggioranza e opposizione, ad un maxiemendamento, non tanto per far risparmiare le casse comunali (nessun cittadino si lamenterebbe se il risultato è positivo, anche con una seduta di consiglio in più), quanto perché si è vista la cecità da parte della maggioranza e la sua incapacità a portare avanti un dialogo costruttivo con le minoranze, le quali esprimono solo la volontà raccolta dai cittadini. Tra i punti approvati, ne evidenziamo alcuni di particolare importanza.

Uno dei primi punti del maxiemendamento riguarda un ponte sull’Adige che parta da un’area a nord dell’abitato della Vela, dove sia per quanto riguarda la viabilità, sia per la compartecipazione della gestione del territorio il Comune può dire la sua parte in forma concreta, oltre che con lo studio di fattibilità; non si tratta di una nuova rotatoria, ma semplicemente di un ponte collegato con una bretella alla futura rotatoria di Camportrentino.

Un’altra approvazione riguarda una spesa per le luminarie natalizie della città: è logico che nel richiedere questa somma a disposizione, essa sarà utilizzata in maniera diffusa su tutta la città, tenendo presenti più spazi possibili.

Abbiamo poi ragionato su Via della Gotarda: la cosa che più ha fatto dibattere e cadere le braccia ai componenti del centro destra è stata l’irragionevole volontà di alcuni membri della maggioranza di puntare i piedi contro una questione di sicurezza. La possibilità di sistemare o meglio predisporre la viabilità sul tracciato percorso da via della Gotarda, visti i fatti gravi accaduti anche di recente, è di prioritaria importanza per quel collegamento, al fine di dare sicurezza a chi vi transita.

Per quanto riguarda Piazza Venezia, altro muro è stato innalzato dalla maggioranza, quasi a voler negare che da 20 anni a questa parte non si sono volute trovare soluzioni, né procedere a migliorie nell’area; l’emendamento è comunque stato approvato e il dibattito è appena stato aperto.

 

 

*

Lega Nord Trentino                             Civica Trentina                                    Forza Italia

 

Cons. Bruna Giuliani                           Cons. Andrea Merler                           Cons. Cristian Zanetti

Cons. Gianni Festini Brosa                 Cons. Antonio Coradello

Cons. Martina Loss                             Cons. Fabrizio Guastamacchia

Cons. Stefano Osele

Cons. Claudia Postal

Cons. Vittorio Bridi