VIDEONEWS & sponsored

(in )

LAVORO INDUSTRIA: FIOM-CGIL TRENTINO, PRIMI SEGNALI CONCRETI DI SOLIDARIETÀ

(Fonte: Fiom Cgil del Trentino) – Vertenza artigianato, lavoratori dell’industria solidali coi lavoratori della filiera delle forniture. Primi segnali concreti di solidarietà dei lavoratori dell’industria, non solo trentini, nei confronti dei lavoratori più deboli della filiera delle forniture.

Una solidarietà che si concretizza, in particolare, verso i lavoratori trentini dell’artigianato metalmeccanico, che potrebbero subire gli effetti di un accordo separato che peggiora pesantemente salari e diritti, col rischio che questo grave precedente finisca per ripercuotersi su tutto il mondo del lavoro.

Alla Ninz Spa, leader in Italia nella produzione di porte tagliafuoco con circa 250 dipendenti tra i due stabilimenti di Ala e Bolzano, è in corso la trattativa per il rinnovo del contratto aziendale.

Le assemblee dei lavoratori dei due stabilimenti, sia di Ala che di Bolzano, tenutesi gli scorsi 27 e 28 settembre, hanno approvato di inserire nell’elenco di richieste avanzate all’azienda anche quella di un impegno sulle forniture.

Analoga richiesta, a seguito dell’approvazione avvenuta nell’assemblea dei lavoratori dello scorso 20 settembre, è stata inserita nella piattaforma per il rinnovo del contratto aziendale della ditta Mcs srl di Ala, che opera nel settore dei macchinari per l’industria alimentare, con circa 80 dipendenti.

Le richieste si sostanziano chiedendo che le aziende, privilegiando fornitori del territorio, si avvalgano esclusivamente di fornitori che applicano Ccnl siglati dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative sul piano nazionale e di fornitori artigiani trentini che applicano il Ccpl unitario del 2016.

L’opera di sensibilizzazione della Fiom, che fa appello al principio fondativo del sindacato, quello dell’unità di tutto il mondo del lavoro, prosegue inoltre in tutte le aziende del territorio provinciale, anche laddove non è imminente la scadenza dei contratti di secondo livello, non escludendo che analoghe richieste siano avanzate anche anticipatamente rispetto alle scadenza contrattuali.