IVO TAROLLI * ELEZIONI EUROPEE: « PRESENTATE LE PROPOSTE DEI “POPOLARI X L’ITALIA” IN MATERIA DI LAVORO E SALARIO MINIMO »

Con la partecipazione di Raffaele Bonanni, per quasi 10 anni Segretario generale della Cisl, Ivo Tarolli e Monica Franch, candidati alle prossime elezioni europee, hanno presentato le proposte dei “Popolari x l’Italia” in materia di lavoro e salario minimo.

1. La creazione di lavoro viene ritenuta la priorità assoluta. La montagna da scalare.

2. Nello Statuto della BCE, accanto all’obiettivo della stabilità, va inserito il principio della piena occupazione, analogamente a quanto avviene nella Federal Reserve americana. E che ha dimostrato che produce gli effetti sperati.

3.Alla BEI, Banca Europea per gli investimenti, vanno assegnate più risorse per gli investimenti, soprattutto per le aziende medio-piccole (che rimangono la struttura portante del sistema produttivo italiano.)

4. Va superato il modello delle relazioni sindacali fondato sul contratto unico nazionale. Il salario minimo non dovrà essere fissato dalla legge (come proposto dai 5 stelle e dal Pd!) ma andrà individuato dalla contrattazione della parte datoriale con le organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori. Dovrà essere legato a dei minimi garantiti, ma pure alle esigenze dei territori.

5. Vanno spesi i Fondi Europei! Finora utilizzati solo per il 23%. E questo per colpevole responsabilità di coloro che hanno governato in questi 6 anni. Da ricordare che la cifra non spesa, fra fondi europei e quelli territoriali si aggira sui 55 miliardi di euro! Pari a tre finanziarie.