VIDEONEWS & sponsored

(in )

ITAS TRENTINO * VOLLEY SUPERLEGA: « LA SQUADRA DI TRENTI TORNA A VINCERE, REGULAR SEASON 2020/21 IN ARCHIVIO CON IL 3-1 CASALINGO SU RAVENNA »

L’Itas Trentino manda in archivio con il sorriso la regular season di SuperLega Credem Banca 2020/21, cogliendo il sedicesimo successo assoluto in campionato, quello utile a riprendere la propria corsa dopo due sconfitte in tre set rimediate negli ultimi sette giorni. Ieri sera alla BLM Group Arena, in uno dei quattro anticipi del ventiduesimo ed ultimo turno, i gialloblù sono tornati a dettare legge fra le mura amiche (dove non perdono da oltre due mesi), regolando per 3-1 la Consar Ravenna.
Il successo casalingo che ha messo il sigillo sul terzo posto finale in classifica, con 47 punti, è arrivato al termine di una gara molto combattuta e divertente, che gli ospiti hanno avuto il merito di rendere incerta sino all’ultimo con continui spunti a muro ed in contrattacco e che ha quindi permesso a Giannelli e compagni di avvicinarsi alla bolla di Champions League di Friedrichshafen della settimana prossima con rinnovata convinzione nei propri mezzi. In particolare la prestazione di Lisinac (mvp con 14 punti, il 71% in attacco e quattro muri vincenti), quella di qualità di Kooy (15 col 62% e due block) e la solita quantità di punti garantita da Nimir (21 con 4 ace) sono le note più positive della serata, in cui Trento ha però dimostrato di essere troppo fallosa a rete ed in battuta, totalizzando 32 errori complessivi. Buona anche la prova di Cortesia che ha sostituito l’indisponibile dell’ultima ora Podrascanin, mettendosi in luce a muro (3) ed in primo tempo (67%).

La cronaca del match. Per cercare di ritrovare la vittoria dopo due ko in tre set consecutivi negli ultimi sette giorni, Angelo Lorenzetti propone la sua Itas Trentino in campo con Giannelli in regia, Nimir opposto, Lucarelli e Kooy schiacciatori, Cortesia e Lisinac centrali (Podrascanin assente per indisposizione dell’ultimo momento), Rossini libero. La Consar Ravenna si presenta sul mondoflex della BLM Group Arena con Redwitz al palleggio, Pinali opposto, Loeppky e Recine in banda, Grozdanov e Mengozzi al centro, Kovacic libero. L’equilibrio iniziale del primo set viene rotto da un muro proprio di Cortesia sulla pipe di Loeppky e da un errore in primo tempo di Grozdanov (7-4), che costringe Bonitta a spendere un time out discrezionale. Alla ripresa un altro muro di Lisinac sullo stesso canadese allarga la forbice (11-7), prima che un altro block dello stesso bulgaro su Nimir non riporti gli ospiti a stretto contatto (14-12). Ci pensa proprio l’opposto olandese a far ripartire Trento (16-12), mentre in seguito è Lucarelli a proteggere il vantaggio (20-16), che poi nel finale diventa ancora più ampio (25-19) anche a causa di qualche imprecisione della Consar.
La contesa torna ad essere particolarmente accesa e a vivere sui binari del punto a punto nella prima parte del secondo set, con le rispettive fasi di cambiopalla molto efficaci (6-6 e 10-10); un block di Pinali su Lucarelli interrompe la parità (12-14) e costringe Lorenzetti a richiamare i suoi vicino alla panchina. Al rientro in campo un ace di Recine e un contrattacco di Loeppky consegnano il +4 (12-16) a Ravenna. Ci pensano i servizi di Sperotto (tre, conditi anche da un ace) a riportare sotto i gialloblù (15-16), ma è solo un attimo perché un muro di Mengozzi su Lisinac riallarga il margine per gli ospiti (16-19). Trento però non ci sta, reagisce ancora e con due muri consecutivi di Cortesia pareggia i conti a quota 22 (time out Consar); la faticosa rimonta si fa sentire nelle gambe dei locali, che nel finale perdono lucidità (22-24, errore di Nimir) e cedono il parziale alla seconda occasione romagnola (Loeppky, 23-25).

La parità nel computo dei set regala grande entusiasmo a Ravenna che, dopo il cambio di campo, torna subito a giocare con il piglio giusto e costringe, con difese e ricostruite vincenti, Lorenzetti a richiamare i suoi sul 4-6. Alla ripresa la squadra di casa reagisce però subito, prima con Nimir (8-7) e poi con Giannelli (ace per il 12-11); la parte centrale del periodo è quindi serratissima (16-15), ma l’Itas Trentino guadagna faticosamente un break (18-16) che però dilapida in fretta (20-20). Il turno al servizio di Lucarelli offre un nuovo spunto (22-20), la Consar replica con un ace di Loeppky (23-23) ma cade sotto un’altra battuta punto, stavolta di Nimir (25-23).

La battaglia punto a punto riprende nel quarto set (6-6), ma Trento con Lisinac e Kooy ha energie per spingersi avanti (9-7 e 14-11), sfruttando il buon momento del proprio attacco al centro. Il muro di Giannelli su Loeppky regala il +4 ai locali (16-12), che in seguito sono bravi a difenderlo (20-16 e 22-18) con grande fluidità del proprio gioco. Il 3-1 arriva sul 25-19 con due ace consecutivi di Nimir.

“Nella nostra squadra c’è ancora qualche ingranaggio che non funziona bene – ha puntualizzato al termine della partita l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti – , ma nell’arco di una stagione dei momenti di calo ci possono stare. Per come si era messa la partita nel terzo set riconosco ai ragazzi il merito di essere riusciti a rimanere aggrappati all’avversario, per poi chiudere la frazione con successo. In quanto a Cortesia, ha lavorato molto bene a muro e l’abbinata con Sperotto, inserito al servizio, ci ha permesso di conservare l’incisività in battuta, un fondamentale che oggi ha faticato non poco, non solo perché ne abbiamo sbagliate tante, ma anche perché siamo andati troppo spesso a cercare Kovacic, che è un ottimo libero”.

La SuperLega proseguirà con i Play Off Scudetto, in cui l’Itas Trentino entrerà in gioco solo il 10 marzo per affrontare i quarti di finale contro la vincente del turno preliminare fra la sesta e l’undicesima classificata. Per una settimana i gialloblù potranno quindi concentrarsi completamente sulla Champions League, che nei prossimi giorni a Friedrichshafen (Germania) vivrà il girone di ritorno della Pool E (Main Phase). Il primo impegno è in programma per martedì 9 febbraio alle ore 17 contro i russi del Lokomotiv Novosibirsk: diretta Sky Sport Uno e Radio Dolomiti.

Di seguito il tabellino dell’anticipo della ventiduesima ed ultima giornata di regular season SuperLega Credem Banca 2020/21, giocato questa sera alla BLM Group Arena di Trento.

Itas Trentino-Consar Ravenna 3-1
(25-19, 23-25, 25-23, 25-19)

ITAS TRENTINO: Cortesia 7, Giannelli 4, Lucarelli 13, Lisinac 14, Kooy 15, Nimir 21, Rossini (L); De Angelis, Sperotto 1, Sosa Sierra, Michieletto. N.e. Argenta. All. Angelo Lorenzetti.

CONSAR RAVENNA: Loeppky 13, Mengozzi 7, Redwitz 2, Recine 6, Grozdanov 7, Pinali 14, Kovacic (L); Stefani 1, Batak, Zonca, Koppers. N.e. Giuliani, Arasomwam. All. Marco Bonitta.

ARBITRI: Armandola di Vigevano (Pavia) e Lot di Santa Lucia di Piave (Treviso).

DURATA SET: 25’, 34’, 31’, 28’; tot 1h e 55’.

NOTE: partita giocata a porte chiuse. Itas Trentino: 10 muri, 7 ace, 21 errori in battuta, 11 errori azione, 55% in attacco, 56% (32%) in ricezione. Consar: 11 muri, 3 ace, 16 errori in battuta, 6 errori azione, 40% in attacco, 42% (12%) in ricezione. Mvp Lisinac.

 

 

*

Foto: Marco Trabalza