VIDEONEWS & sponsored

(in )

ITAS TRENTINO * SUPERLEGA: « MILANO FA VALERE IL FATTORE CAMPO, PER IL TEAM DI TRENTO È AMARA L’ULTIMA TRASFERTA DI REGULAR SEASON »

L’ultima trasferta della regular season SuperLega Credem Banca 2020/21 non regala particolari soddisfazioni all’Itas Trentino. Sul campo dell’Allianz Milano, regolata in tre set alla BLM Group Arena sette giorni prima, la formazione gialloblù ha infatti dovuto fare i conti con la sesta sconfitta stagionale in campionato, la prima dopo oltre due mesi di imbattibilità in regular season, cedendo ai padroni di casa per 0-3 il match valevole per il ventunesimo turno assoluto.

Una battuta d’arresto ininfluente ai fini della classifica, che da dieci giorni ha già definito la terza posizione finale di Trentino Volley, ma arrivata comunque al termine di una partita in cui Giannelli e compagni, pur non giocando la loro miglior pallavolo, hanno comunque lottato e provato a riaprire più volte tutti i tre set che sin dall’inizio i padroni di casa erano stati bravi ad indirizzare sui binari graditi. Con Patry in grande serata (mvp con 16 punti), una battuta efficace e poco fallosa e un muro molto composto, i meneghini sono infatti riusciti a tenere saldamente le redini della partita fra le proprie mani; i tentativi di riaprirla di Nimir (best scorer con 19 punti, di cui quattro in battuta) di Podrascanin (9 con tre block) sono però bastati per riuscire a sfuggire dal primo ko in campionato del 2021.

La cronaca della gara. Angelo Lorenzetti ripropone, dopo oltre due mesi, Dick Kooy nello starting six, ponendolo in diagonale a Lucarelli; gli altri cinque titolari sono Giannelli in regia, Nimir opposto, Podrascanin e Lisinac al centro, Rossini libero. L’Allianz Milano scelta da Roberto Piazza per l’occasione prevede invece Sbertoli al palleggio, Patry opposto, Urnaut e Ishikawa laterali, Piano e Kozamernik centrali, Pesaresi libero. L’avvio è equilibrato (3-3, 6-6), con le due formazioni che offrono subito qualche bello scambio in grado di scaldare il braccio di Ishikawa e Nimir. Lo stesso opposto olandese prova, in coppia con Kooy, a far scappare gli ospiti (13-11), ma il muro di Piano e l’ace di Kozamernik ribaltano immediatamente il punteggio (13-14). La consistenza dei lombardi in fase di break point consente ai padroni di casa di allungare con Ishikawa (15-18, time out Lorenzetti). Giannelli con un ace prova a riavvicinare i gialloblù (17-19), poi ci pensa Nimir con un’altra battuta a portare a meno uno l’Itas Trentino (22-23). Il finale di set, dopo il time out di Piazza, è però tutto di marca milanese; ci pensa un muro di Patry su Kooy (il secondo personale) a mandare le squadre al cambio di campo sul vantaggio interno di 0-1 (22-25).

L’Allianz Milano parte bene con Urnaut e Ishikawa pure nel secondo parziale (4-7), anche perché Trento è poco fluida in fase di cambiopalla. Il time out di Lorenzetti non riesce a chiarire le idee ai suoi, perché in seguito Urnaut e Ishikawa allargano il margine (4-9 e 8-13). Nella seconda parte del periodo il tecnico trentino getta nella mischia De Angelis per Rossini e Michieletto per Kooy; la squadra ci mette qualche minuto per trovare le giuste dinamiche (14-19), ma poi nel finale regala le cose migliori. Nimir picchia forte in attacca e dalla linea dei nove metri, lo stesso Michieletto mura Patry e i gialloblù arrivano incredibilmente sino al meno uno (da18-22 a 22-23). Sul più bello gli errori al servizio dell’opposto e del martello mancino consegnano ai locali il 2-0 interno (22-25).

Nel terzo set Milano indirizza subito il punteggio alla ricerca del successo per 3-0 (5-8 e poi 6-10), ma Trento prova a risalire la china con le solite sassate di Nimir (14-16) e gli spunti di Podrascanin. Sul più bello l’Allianz riparte di gran carriera (14-19) con Piano e Urnaut. L’Itas Trentino risale ancora sino al meno tre (18-21), prima di cedere definitivamente sotto i colpi di Kozamernik e Patry (22-25).

“Non possiamo essere contenti per aver perso questa partita perché purtroppo fa segnare di nuovo un momento difficile della nostra stagione – ha dichiarato l’allenatore Angelo Lorenzetti al termine della partita – . Dobbiamo essere capaci di tornare a soffrire e di restare attaccati ad ogni pallone giocabile; abbiamo dimostrato di essere capaci di farlo, lo dobbiamo ripetere ora per ripartire e ricaricarci”.

L’Itas Trentino a partire da giovedì pomeriggio, inizierà a preparare l’ultimo impegno della sua stagione regolare di SuperLega Credem Banca 2020/21, in programma sabato 6 febbraio alle ore 19 alla BLM Group Arena contro la Consar Ravenna (diretta Eleven Sports e Radio Dolomiti).

Di seguito il tabellino della partita valevole per la ventunesima giornata di regular season SuperLega Credem Banca 2020/21 giocata ieri sera all’Allianz Cloud di Milano.

 

Allianz Milano-Itas Trentino 3-0
(25-22, 25-23, 25-22)

ALLIANZ MILANO: Piano 9, Sbertoli 1, Ishikawa 10, Kozamernik 7, Patry 16, Urnaut 8, Pesaresi (L); Basic 1, Mosca. N.e. Staforini, Daldello, Maar, Meschiari. All. Roberto Piazza.

ITAS TRENTINO: Lucarelli 4, Lisinac 8, Nimir 19, Kooy 5, Podrascanin 9, Giannelli 2, Rossini (L); De Angelis, Michieletto 2. N.e. Cortesia, Argenta, Sperotto, Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti.

ARBITRI: Vagni di Perugia e Rapisarda di Udine.

DURATA SET: 27’, 33’, 29’; tot 1h e 29’.

NOTE: partita giocata a porte chiuse. Allianz Milano: 10 muri, 6 ace, 9 errori in battuta, 9 errori azione, 43% in attacco, 42% (9%) in ricezione. Itas Trentino: 7 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 7 errori azione, 45% in attacco, 50% (20%) in ricezione. Mvp Patry.

 

 

Foto: Fiorenzo Galbiati