VIDEONEWS & sponsored

(in )

ITAS * “ SPETTACOLO“ : « AL VIA I 200 ANNI DI STORIA IN UN INNOVATIVO RACCONTO IMMERSIVO, L’INAUGURAZIONE OGGI CON IL PRESIDENTE FUGATTI »

Al via “Spettacolo”: 200 anni di storia in un innovativo racconto immersivo. È stato inaugurato questa mattina presso Le Gallerie di Piedicastello (Tn) “Spettacolo”, l’innovativo percorso narrativo progettato con i criteri di un racconto immersivo che percorre un arco temporale che va dalla prima metà dell’800 alla fine del secolo scorso toccando alcuni dei principali momenti che hanno scandito la storia degli ultimi 200 anni.

Il progetto, nato in collaborazione fra ITAS Mutua e Fondazione Museo Storico del Trentino, rappresenta una delle principali iniziative per celebrare il duecentesimo della Compagnia trentina che opera a favore di tutti i propri soci assicurati secondo i valori e i principi del suo spirito mutualistico, rimasto immutato dal 1821.

Il racconto si organizza in diverse unità narrative. Da una parte, la vicenda degli Jülg, una famiglia di tradizione mitteleuropea che incrocia la storia del Trentino. Dall’altra, in contrappunto, le voci di persone comuni e altri protagonisti della storia, i cui percorsi biografici emergono attraverso lettere, diari e documenti. La narrazione degli eventi, accompagnata dalle riflessioni del poeta inglese John Donne e da alcuni passi dello scrittore e saggista Elias Canetti, si mescolano nello Spettacolo dando luogo ad un percorso storico e culturale che evidenzia connessioni tra differenti punti di vista della storia.

Obiettivo dichiarato è offrire, soprattutto alle nuove generazioni, una vera e propria educazione alla cittadinanza attraverso nuove forme di narrazione.
Per questo, al termine della Galleria nera si potrà visitare la Galleria bianca, dove è allestito l’apposito spazio educativo, un luogo dedicato all’esperienza dove sarà possibile “mettersi in gioco”. In questo spazio, l’Area educativa della Fondazione Museo storico del Trentino è a disposizione per percorsi didattici e visite guidate, in modo particolare per il mondo della scuola e della formazione.

“Nell’anno del nostro bicentenario – afferma Giuseppe Consoli, presidente ITAS – abbiamo voluto offrire a tutta la cittadinanza non solo un’esperienza ricreativa, ma un vero e proprio progetto culturale che mira a valorizzare in modo unico e originale la storia della nostra comunità e del ruolo che ITAS vi ha ricoperto.
L’importanza di dare, soprattutto ai giovani, uno strumento per comprendere appieno la fondamentale importanza del senso civico, della condivisione e dell’aiuto reciproco riempie d’orgoglio la nostra Mutua che è nata 200 anni fa proprio su queste basi. Basi che, sottolineo, risultano di fondamentale importanza anche oggi, a dimostrazione di come il nostro esempio mutualistico costituisca un modello vincente non solo dal punto di vista economico ma anche da quello sociale e collettivo.”

“Sono particolarmente soddisfatto per la collaborazione fra ITAS e Fondazione Museo storico del Trentino. Questo “spettacolo” testimonia come la presenza di ITAS sia fortemente radicata nel nostro territorio e rappresenti una vera e propria eccellenza per il Trentino – commenta Maurizio Fugatti, Presidente Provincia autonoma di Trento – ITAS ha accompagnato in modo attivo e sostanziale lo sviluppo della nostra comunità e costituisce una vera e propria pietra miliare nella storia dell’Autonomia e dei suoi valori ispiratori”.

“Per la Fondazione Museo storico del Trentino è una grande opportunità quella offerta dal bicentenario di ITAS Mutua, che permette di misurarsi con 200 anni di storia e di sperimentare forme e linguaggi nuovi – dichiara Giuseppe Ferrandi, Direttore Fondazione Museo storico del Trentino – Il tutto è finalizzato alla realizzazione di un grande progetto educativo e culturale rivolto ai cittadini in formazione, i nostri ragazzi”.

“Sono onorata di essere presente oggi per festeggiare i 200 anni di ITAS. Con questa iniziativa si testimonia il legame della compagnia con il nostro territorio ed è chiara l’importanza che questa istituzione rappresenta per la nostra comunità – afferma Elisabetta Bozzarelli, Assessore con delega in materia di politiche giovanili, formazione, istruzione, cultura, biblioteche e turismo – L’importanza di ITAS per la cultura è tangibile e le ricadute che queste iniziative hanno per lo sviluppo sociale e culturale, soprattutto nei confronti dei nostri giovani e del mondo della scuola trentina, sono germogli che accompagneranno, in modo sempre più solido, il futuro di tutti noi”.

Informazioni:
Allo Spettacolo si accede ogni 45 minuti a partire dalle ore 10.00 fino alle 18.00 dal martedì alla domenica (ultimo spettacolo alle ore 17.15). La visita dura 40 minuti.

L’ingresso è gratuito.
È consigliato prenotare la visita sul sito della Fondazione Museo storico del Trentino: www.museostorico.it.
Spettacolo sarà anche fruibile per il pubblico con disabilità visive e auditive grazie alla collaborazione di AbC IRIFOR del Trentino.