PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (6 puntata format Tv)

ASSOCIAZIONE TRANSDOLOMITES

Intervista al Presidente Massimo Girardi

(Progetto Ferrovia Avisio - Mobilità di valle - Trasporto Brt)

Se si votasse oggi per la Camera, la Lega sarebbe con il 26% primo partito, seguita dal PD al 21,2%; il Movimento 5 Stelle otterrebbe il 15,8%, con Fratelli d’Italia al 15%: è la fotografia che emerge dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. Distanziati appaiono Forza Italia al 6%, la Sinistra di LeU al 3,4, Italia Viva al 3,2 e Azione al 2,5%.

 

 

Il trend Demopolis disegna l’evoluzione del consenso dalle Europee ad oggi: in poco più di 12 mesi, la Lega di Salvini ha perso oltre 8 punti, passando dal 34,3% al 26% odierno. Restano nel complesso stabili, con alcune oscillazioni, PD e M5S; cresce dal 6,4 al 15% il consenso per il partito di Giorgia Meloni.
“Se un anno fa la distanza tra primo e quarto partito era di 28 punti – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – oggi si è ridotta ad 11 punti”.

 

 

Mancano intanto poco meno di 3 mesi all’appuntamento elettorale di settembre in 7 Regioni, quando i cittadini saranno chiamati alle urne per eleggere i nuovi Presidenti e rinnovare i consigli regionali: una competizione come sempre destinata ad incidere sui delicati equilibri del Conte bis.