Nel Triveneto quota bassa di edifici residenziali con elevate prestazioni energetiche: 16% in Veneto, 18% in Friuli Venezia Giulia, 13% in Trentino
L’investimento medio degli interventi di riqualificazione si aggira in Triveneto intorno agli 11 mila euro
Il prossimo passo sarà l’anticipo al cliente del credito previsto dal recente Decreto Rilancio, il cosiddetto Ecobonus

Padova, 5 giugno 2020 – Intesa Sanpaolo ha messo a punto un’offerta di finanziamenti “green” ovvero mutui e prestiti personali che premiano con condizioni di tasso vantaggiose chi acquista immobili ad elevata efficienza energetica (classe maggiore o uguale a B) e chi effettua una riqualificazione volta ad aumentarne la classe energetica di appartenenza.

I dati più recenti del Triveneto attestano una quota piuttosto bassa di edifici residenziali con elevate prestazione energetiche, cioè certificati in classe A o B (16% in Veneto e 18% in Friuli Venezia Giulia, 13% in Trentino del totale delle attestazioni energetiche presentate, il dato per l’Alto Adige non è confrontabile per l’adozione della certificazione CasaKlima).

L’investimento medio degli interventi di riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente si aggira in Triveneto intorno agli 11 mila euro (leggermente superiore in Trentino Alto Adige con 14 mila euro medi per intervento). Tra le tipologie di riqualificazione più utilizzate ai fini delle detrazioni fiscali, ci sono i serramenti (35% in Veneto, 37% in Friuli Venezia Giulia e 39% in Trentino Alto Adige), seguiti da schermature (26% in Veneto, 24% in Friuli Venezia Giulia, 20% in Trentino Alto Adige) e caldaie a condensazione (17% in Veneto,19% in FVG e 16% in Trentino Alto Adige) (Fonte ENEA 2018).

Il prossimo passo di Intesa Sanpaolo sarà l’anticipo del credito previsto dal recente Decreto Rilancio, il cosiddetto Ecobonus, che permetterà al cliente di realizzare i lavori necessari e quindi di incrementare il valore della propria casa anche se non dispone delle risorse necessarie.

Intesa Sanpaolo in Italia detiene circa un quarto del mercato mutui. La promozione di finanziamenti “green” è in linea con l’Energy Efficient Mortgage Action Plan, iniziativa europea che punta a creare un mutuo per l’efficienza energetica standardizzato, i principi della circular economy a cui la Banca ha aderito e l’impegno sottoscritto con il Piano di Impresa 2018 – 2021 per lo sviluppo di azioni e servizi che riducano le emissioni.

La nuova offerta “green” è disponibile sotto forma di prestito per la ristrutturazione e di mutui per
l’acquisto o la ristrutturazione, anche per durate fino a 40 anni, finanziamenti al 100% del valore della casa e senza limiti di importo (surroga esclusa). Oltre a prevedere uno sconto sul tasso del mutuo, la Banca si fa anche economicamente carico, in caso di riqualificazione energetica dell’immobile, dell’attestato di prestazione energetica (APE), indispensabile per dimostrare il passaggio ad una classe energetica superiore.

Intesa Sanpaolo ha inoltre previsto alcuni servizi aggiuntivi in collaborazione con società specializzate nel fornire assistenza professionale a chi ha a cuore le tematiche ambientali. In prima linea un servizio di supporto al cliente per valutare i benefici energetici e fiscali degli interventi di riqualificazione energetica. Un accordo con uno dei più importanti comparatori online consente invece di individuare in pochissimo tempo le migliori offerte per la fornitura di energia elettrica e gas presenti sul mercato. Possibile anche acquistare elettrodomestici di classe energetica A+++ dai partner convenzionati con Intesa Sanpaolo usufruendo di un finanziamento a tasso (taeg) zero.

Infine, per ogni finanziamento “green” erogato, Intesa Sanpaolo verserà un contributo al progetto
del WWF per la tutela delle api, i preziosi insetti che garantiscono la sopravvivenza delle specie
vegetali indispensabili alla vita del pianeta.

“La nostra Banca è molto attenta a salvaguardia dell’ambiente, riduzione delle emissioni e circular economy e l’impegno è stato sottoscritto con il piano d’impresa 2018-2021. – dichiara Renzo Simonato, direttore regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige –. Con la gamma di finanziamenti green Intesa Sanpaolo conferma di essere al passo con l’evoluzione del mercato immobiliare in cui il tema dell’efficienza energetica è ormai centrale. Nelle circa 610 filiali del Nordest i clienti possono ricevere consulenza preliminare sugli interventi più idonei e servizi ad alto valore aggiunto.”