VIDEONEWS & sponsored

(in )

#INMOVIMENTO * ELEZIONI COMUNALI TRENTO: «OFFRIRE ALLE FORZE POLITICHE ALLEATE E ALL’ELETTORATO UN PROGRAMMA SERIO, CHIARO E CONCRETO »

Sulla stampa digitale leggo alcuni passaggi (sia di un giornale, sia di un politico locale) che mi fanno capire che alcune cose non sono chiare, magari per mancanza di chiarezza da parte nostra, oppure per volontà di non avere chiara la situazione.

Mi preme, pertanto, chiarire alcuni passaggi.

Ho l’onore di essere il presidente di #inMovimento, una nuova realtà politica, nata da poco sul Comune di Trento. Un giornale di informazione online l’ha definita una “cosa di centro”, senza definirla “realtà politica” e non capisco il motivo. #inMovimento è un MOVIMENTO POLITICO, costituito come si deve, con un suo Atto Costitutivo e Statuto depositati presso l’Agenzia delle Entrate.

Definirlo “cosa di centro” non suona molto elegante, anzi, si sminuisce un qualcosa che in realtà è molto diverso dall’essere “cosa”. #inMovimento è un movimento politico, come molti altri movimenti politici presenti nella realtà politica italiana e locale. Rispetto a molti movimenti politici, #inMovimento è, dapprima, nato come gruppo consiliare nel Consiglio comunale di Trento, e poi si è costituito come movimento. Ora, come le altre realtà politiche, è un partito che ha rappresentanza in consiglio comunale a Trento.

Sempre sulla stampa digitale si leggono molte “malelingue”, persone, anche politici, che affermano che l’area di centro nasce con il solo scopo di isolare la Lega. Si legge anche che nel progetto, cosiddetto di centro, “confluiscono solo quelle figure che sostengono l’attuale sindaco di Trento, ma provengono da un’esperienza di delusione personale per essere stati rimossi da ruoli o per non aver raggiunto determinati incarichi istituzionali; un discorso di poltrone, più che di visione”.

Ci tengo, anche su questo aspetto, a fare chiarezza. #inMovimento non nasce per isolare le attuali forze politiche, ma nasce per poter offrire la propria idea di politica e la propria idea di città. Una realtà politica che nasce con il solo scopo di isolare gli altri fa poca strada, anzi sparisce in poco tempo. #inMovimento, come detto, nasce come nuovo movimento politico, come nuovo laboratorio politico; laboratorio aperto a tutti coloro che non si riconoscono nelle realtà politiche attuali e che vogliono intraprendere un percorso diverso.

In un laboratorio c’è spazio ampio; proprio per l’ampiezza del progetto c’è spazio per tutti: dalle molte persone nuove che vogliono metterci la faccia, portando il loro contributo, alle facce un po’ più “politicamente note”, a coloro che vogliono cambiare in quanto, magari, delusi dall’esperienza politica vissuta. Quindi non vi sono solamente i “delusi”, ma vi sono, in primis, persone che vogliono condividere un nuovo percorso, percorso serio, chiaro e concreto. Non si tratta di un “discorso di poltrone”; #inMovimento lavora per una politica di contenuti, di valori, una politica del “fare”.

A livello nazionale e locale assistiamo ad esempi concreti di POLITICA = POLTRONA; se un nuovo movimento politico accoglie anche persone magari anche deluse dall’esperienza politica vissuta, come si fa a definire PARTITO DEI DELUSI? Come si fa a chiamarlo PARTITO DELLE POLTRONE? La risposta a queste domande starà nei fatti. #inMovimento è un movimento politico non “ad personam”, ma un movimento che coinvolge molte persone e molte realtà. Da qualche mese il movimento è al lavoro, ha attivato tre piccoli laboratori/gruppi di lavoro, al fine di affrontare ed approfondire temi importanti e strategici per la città di Trento.

L’obiettivo è quello di offrire, dapprima alle forze politiche che saranno alleata e poi all’elettorato di Trento un programma serio, chiaro e concreto; non un programma di “poltrona”, ma un programma ricco di contenuti.

 

*
Lorenzo Rizzoli

Presidente #inMovimento