START UP TRENTINO: INDAGINE CONTRIBUTI COMUNITARI PAT

Intervista Procuratore regionale Corte Conti dottor Marcovalerio Pozzato

AEVA Biotech e Galatea Biotech vincono la tappa trentina del Roadshow BioInItaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo Startup Initiative evento di riferimento per l’innovazione nelle biotecnologie e scienze della vita in Italia, organizzata da Intesa Sanpaolo Innovation Center, Assobiotec-Federchimica e dal Cluster Nazionale della Chimica Verde Spring in collaborazione con HIT – Hub Innovazione Trentino e la Fondazione per la Valorizzazione della Ricerca Trentina.

AEVA Biotech vince per il settore “biotecnologie rosse”, ovvero delle biotecnologie mediche, per la salute dell’uomo. La startup si occupa di nuove tecnologie per la diagnosi di malattie attraverso anche un semplice prelievo del sangue. Il progetto d’impresa mira allo sviluppo di strumenti diagnostici basati sull’analisi di vescicole extracellulari per rilevare biomarcatori nelle biopsie liquide di pazienti oncologici e monitorare l’evoluzione del tumore e la risposta alle terapie. Il team composto dai ricercatori del Dipartimento CIBIO dell’Università di Trento Vito D’Agostino e Alessandro Provenzani sta attualmente partecipando anche a Bootstrap, la prima fase del programma di accompagnamento imprenditoriale Trentino Startup Valley, iniziativa congiunta di HIT e Trentino Sviluppo.

Galatea Biotech ha vinto invece per il settore “bioeconomia circolare”. Il progetto d’impresa si occupa di tecnologie per migliorare le bioplastiche, ovvero dello sviluppo di biopolimeri innovativi da impiegare ad esempio nel packaging alimentare. Responsabile scientifico del progetto è Stefano Bertagnoli, il team di ricercatori nasce in seno all’Università Milano Bicocca.
Le startup vincitrici ora accedono alla seconda fase della competizione che prevede la partecipazione al percorso di coaching e selezione Intesa Sanpaolo StartUp Initiative, organizzato da Intesa Sanpaolo Innovation Center. Al termine di questo percorso le migliori proposte accederanno, nel mese di aprile, all’Investment Forum di Milano dove avranno l’opportunità di presentare il proprio progetto e business plan a Business Angel, Venture Capital e Corporate VC e altri stakeholder dell’ecosistema dell’innovazione.
Lo scorso anno è stata proprio la startup vincitrice della tappa trentina ad aggiudicarsi anche il prestigioso premio finale di BioInitaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo Startup Initiative 2019. Organoo – idea imprenditoriale high-tech nata dallo sviluppo di una tecnologia generata dal Dipartimento CIBIO dell’Università di Trento e supportata da HIT, oggi anche grazie al programma creato in collaborazione con Trentino Sviluppo Trentino Startup Valley – fu premiata come il più rilevante progetto di startup a livello nazionale per le scienze della vita tra oltre 150 progetti di impresa, anche per le importanti ricadute sulle scoperte di nuove terapie per la cura del cancro.

Hub Innovazione Trentino (HIT) e la Fondazione per la Valorizzazione della Ricerca Trentina (FVRT), fondazioni impegnate nel trasferimento della conoscenza scientifica e delle tecnologie sviluppate dall’Università di Trento e dai centri di ricerca provinciali, hanno selezionato le più promettenti startup attive nei campi della circular bioeconomy e delle scienze della vita, ovvero dell’economia circolare, delle biotecnologie per la salute umana e dello sviluppo di dispositivi medici. Tra I nuovi progetti imprenditoriali altamente tecnologici: Naturasalus srl, Aeva Biotech, PreBiomics, Galatea Biotech srl, Beauty system pharma srl, D3, Nest-Casa, BDS, The Eyes Republic, Dynamic Optics. La maggior parte di queste nuove imprese nascono in seno ai centri di ricerca della Provincia, in particolar modo dal Dipartimento CIBIO dell’Università di Trento.

L’evento regionale, tenutosi presso la Sala Conferenze della Fondazione Caritro, ha portato le startup a presentarsi a un panel di esperti che le ha valutate e selezionate.
“L’organizzazione per il secondo anno consecutivo della tappa del roadshow BioInItaly a Trento testimonia la crescita dell’ecosistema locale in un settore innovativo che diventerà sempre più strategico per l’economia trentina. Cresce il numero e il livello, non solo scientifico, dei progetti presentati a testimonianza del lavoro che HIT sta facendo sul territorio in collaborazione con tutti i partner istituzionali, i partner strategici di settore, e il sistema della ricerca” ha dichiarato Gianluca Carenzo, Technology Transfer Manager di HIT.
“A questa edizione ha contribuito anche Fondazione VRT, che ha la mission di sostenere i migliori progetti nella fase ad alto rischio ‘early stage’ nel settore della scienza della vita in Trentino mettendo a disposizione risorse finanziarie e competenze, anche di natura manageriale. La neonata Fondazione, costituita su iniziativa di Fondazione CARITRO, ha iniziato ad operare da circa 12 mesi mettendo a punto percorsi di crescita ed accompagnamento dell’ecosistema locale che vedono la fattiva collaborazione di CIBIO ed HIT ed una dotazione iniziale di € 2,5 milioni” ha dichiarato Stefano Milani, Presidente della Fondazione VRT.

La tappa trentina del Roadshow BioInItaly ha visto intervenire Mario Bonaccorso di Assobiotec-Federchimica e Germano Paganelli di Intesa Sanpaolo Innovation Center, con un approfondimento sul settore delle biotecnologie in Italia e un racconto di BioInItaly con i successi delle passate edizioni.
Elisabetta Borello, co-fondatrice di Bio4Dreams, realtà milanese che nel 2018 ha localizzato una sede del proprio incubatore specializzato nelle scienze della vita in Trentino, presso gli spazi del Polo Tecnologico di Trentino Sviluppo a Trento, ha parlato delle opportunità rivolte ai neoimprenditori attivi nel settore delle Scienze della Vita.

 

*

INFORMAZIONI DI APPROFONDIMENTO
BioInItaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo StartUp Initiative – cos’è
Nato nel 2008 per volontà di Assobiotec è un evento che permette alle imprese innovative biotecnologiche e ai progetti di impresa, alla ricerca di nuovi fondi, di incontrare investitori provenienti da tutto il mondo. Dal 2010  è affiancato all’Intesa Sanpaolo Start-up Initiative e dal 2015 viene preceduto da un roadshow nazionale finalizzato alla raccolta e alla selezione dei progetti più interessanti.
L’edizione 2020 è organizzata da Assobiotec, Intesa Sanpaolo Innovation Center e dal Cluster Spring.
Partner locali di questa edizione sono:
Per la Campania – 16 gennaio a Napoli: CEINGE e Campania New Steel;
Per la Sicilia – 21 gennaio a Catania: PST Sicilia, Confindustria Catania e Università di Catania;
Per la Puglia – 28 gennaio a Bari: Eggplant, Università di Bari e Confindustria Puglia
Per il Lazio – 30 gennaio a Roma: Lazio Innova, Unitelma La Sapienza
Per il Veneto – 3 febbraio a Padova: Unismart
Per il Trentino – 6 febbraio a Trento: HIT Hub Innovation Trentino