CGIL CISL UIL - TRENTINO

Assemblea unitaria 3/12/2020, ore 10.00 - da Trento

Per rivedere la diretta video streaming Hd

prima parte clicca QUI

seconda parte clicca QUI

***

INTERVISTA AL PRESIDENTE DEL BANCO ALIMENTARE TRENTINO-AA

DUILIO PORRO

Focus su: azione - storia - progetti - sostegno

L’intensificazione dei servizi di controllo del territorio attuato dalle Forze di Polizia vede le Fiamme Gialle del capoluogo trentino in prima linea.

L’ennesimo risultato è stato conseguito nella giornata di mercoledì scorso dalle unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza di Trento, che hanno consentito di sequestrare 12 chili di marijuana, 1 kg di cocaina, 700 gr. di hashish, 600 gr. di sostanza da taglio ed arrestato un cittadino albanese, residente a Prato, ed un cittadino macedone, residente a Trento.

Tutto è partito dal comportamento anomalo del conducente di un furgone, che troppe volte aveva imboccato e percorso una rotonda presente a Trento sud. Da lì a poco, il furgone è stato affiancato da una potente autovettura condotta da un soggetto noto ai finanzieri operanti.

Insospettiti dal movimento, i militari hanno contattato la sala operativa del Comando Provinciale della Guardia di Finanza che accertava come il mezzo fosse intestato a un pluripregiudicato per reati inerenti il traffico di stupefacenti.

Il tempo di assistere ad un rapidissimo scambio di un pacco e due borsoni, tra il conducente dell’auto e quello del furgone, ed immediatamente i finanzieri sono intervenuti, bloccando i due soggetti i quali, visto il sopraggiungere della pattuglia della Guardia di Finanza, hanno tentato invano di dileguarsi.

Il rapido controllo sul posto ha consentito di rinvenire 12 kg di marijuana e denaro contante (risultato essere il corrispettivo della cessione) per oltre 9.000 euro.

La successiva perquisizione dell’immobile in uso al cittadino macedone, residente a Trento, ha permesso di recuperare ulteriori € 3.000 in contanti, ma la sorpresa si è avuta grazie al fiuto dei cani antidroga Apiol e Nabuco, in forza alla Fiamme Gialle del capoluogo che ha permesso di individuare nel garage altra sostanza stupefacente, già pronta per essere piazzata sul mercato locale – 1 kg di cocaina, 700 gr. di hashish e 600 gr. di sostanza da taglio – nonché un vero e proprio laboratorio per il confezionamento della droga, inclusa una pressa idraulica utilizzata per il confezionamento dei panetti.

La droga, del valore sul mercato illecito di circa quattrocentomila euro, è stata sequestrata ed i due arrestati, di 24 anni e 33 anni, sono stati condotti presso il carcere di Trento, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Le unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza di Trento continuano senza sosta la loro attività di contrasto alla microcriminalità legata allo spaccio e al consumo di stupefacenti nel territorio trentino, conseguendo frequenti e rilevanti risultati nella quotidiana lotta allo spaccio delle droghe, nel cui ambito i Finanzieri stanno inferendo duri colpi alle reti di distribuzione e soprattutto ai canali di approvvigionamento.

Il risultato complessivo dei sequestri operati dalle Fiamme Gialle trentine, dall’inizio dell’anno, ammonta a circa 20 chilogrammi, soprattutto marijuana e cocaina, con oltre 20 arresti, tra corrieri e spacciatori, tutti verificatesi nel capoluogo.