VIDEONEWS & sponsored

(in )

GUARDIA DI FINANZA – TRENTO * « SEQUESTRATI IN CITTÀ MILLE GRAMMI DI COCAINA E 37 MILA EURO, DENUNCIATE 7 PERSONE »

I militari della Guardia di Finanza di Trento continuano senza sosta la loro attività di contrasto al traffico di stupefacenti sul territorio provinciale. Nella scorsa settimana, sono stati sequestrati oltre mille grammi di cocaina e 37.000 euro in contanti, arrestate in flagranza di reato 4 persone (un italiano, un tunisino, un albanese ed una rumena), per detenzione di droga ai fini di spaccio e denunciati a piede libero altri 3 soggetti di nazionalità albanese.

Era da un po’ di giorni che i militari della Compagnia di Trento avevano posto l’attenzione su una palazzina situata a Trento Sud, già nota agli investigatori per precedenti interventi e recentemente segnalata dagli stessi cittadini a causa di “strani” movimenti che vi avvenivano.

Nella mattina del trascorso venerdì, dopo l’ennesimo estenuante appostamento, tutto ha iniziato ad avere contorni netti e definiti: i finanzieri notano l’arrivo di una autovettura di piccola cilindrata con a bordo un ragazzo ed una ragazza che, dopo aver atteso l’assenso da parte di altri 3 soggetti giunti con una potente autovettura che il tratto da compiere fosse “libero”, sono entrati nella palazzina, con in mano una borsa per surgelati.

I militari appostati nel condominio ne hanno seguito i movimenti, notando anche un soggetto distinto e ben vestito accodarsi alla coppia.
Era infatti l’abitazione di un pluripregiudicato tunisino la destinazione finale del gruppo, nota ai finanzieri per pregresse attività di polizia giudiziaria,.
Quando i militari hanno deciso di manifestarsi per l’identificazione dei soggetti, è iniziato un fuggi fuggi tanto che, una di loro, ha deciso di lanciarsi dal balcone, con rovinosa caduta, abbandonando la busta conservata sino a quel momento con attenzione.

Però il maldestro tentativo di fuga è terminato subito, in quanto ad aspettarla c’erano i finanzieri già posizionati.
Dopo aver bloccato tutti i sospettati, sono entrati in azione APIOL, GABRIEL e NABUCO, i cani antidroga in forza alle Fiamme Gialle del Trentino, che sin sa subito hanno mostrato attenzione alla borsa dei surgelati abbandonata nella casa, ed infatti, dopo l’apertura, è stato possibile recuperare un panetto di cocaina purissima del peso di circa 1 kg.
La sorpresa maggiore si è avuta dopo la perquisizione personale condotta nei confronti del cittadino italiano, un professionista locale: nascondeva circa 31.000 euro in contanti, che uniti agli ulteriori 6.000 euro trovati nella casa del cittadino tunisino, erano destinati all’acquisto della partita di stupefacente intercettata.

Nell’abitazione del tunisino, che ultimamente non usciva più di casa e si faceva recapitare cibo da asporto, sono state individuate ulteriori 20 dosi tra marijuana ed hashish.
La droga, che avrebbe consentito di preparare oltre mille dosi, con possibilità di fruttare sul mercato illecito oltre seicentomila euro, è stata sequestrata mentre tutti i soggetti fermati, coinvolti nella vicenda, sono stati denunciati, di cui 4 di essi in stato di arresto e quindi condotti presso la Casa Circondariale di Spini di Gardolo, a disposizione della Autorità Giudiziaria.

L’intensificazione dei servizi di controllo del territorio attuato dalle Forze di Polizia vede le Fiamme Gialle del capoluogo trentino in prima linea: tutto questo sta producendo frequenti e rilevanti risultati specialmente nel settore del contrasto alla criminalità legata allo spaccio di stupefacenti, nel cui ambito i Finanzieri hanno inferto un ulteriore duro colpo alla rete di distribuzione e soprattutto ai canali di approvvigionamento.