VIDEONEWS & sponsored

(in )

GRUPPO PATT – CONSIGLIO COMUNALE TRENTO * ” MASSIMO RIGORE CON LA RETE DEI PROFUGHI DEDITI ALLO SPACCIO DI DROGA “

Massimo rigore con la rete dei profughi dediti allo spaccio di droga (sia chiaro che coloro che richiedono correttamente asilo non sono tutti delinquenti ma chi contravviene alle leggi
va arrestato o espulso, come prevede la legge in vigore, per evitare che pochi delinquenti creino danno a tutti i profughi che richiedono correttamente asilo secondo i trattati internazionali).

5 richiedenti asilo politico, alloggiati in strutture della Provincia, spacciavano in Centro storico a Trento, ma anche davanti al Sert e alle scuole.

Da tre anni interrottamente il gruppo consiliare e la sezione del Patt di Trento hanno costantemente sostenuto la necessità di tolleranza zero verso gli spacciatori italiani ed esteri senza distinzione di nazionalità.

Finalmente si scopre la pentola visibile a tutti da tempo con arresti ed espulsioni. Pieno sostegno alla magistratura, al questore e alle forze dell’Ordine con la speranza che questi controlli continuino senza sosta per garantire la legalità ma soprattutto perché Trento non sia più considerata dalla criminalità organizzata una zona franca dove le leggi non vengono rispettate.

 

*

Alberto Pattini capogruppo consiliare Patt a Trento

Matteo Facchinelli segretario politico sezione Patt di Trento.