VIDEONEWS & sponsored

(in )

GIUNTA REGIONALE TRENTINO ALTO ADIGE – SÜDTIROL * INAUGURAZIONE ANNO GIUDIZIARIO: KOMPATSCHER «CREARE UN’AGENZIA REGIONALE »

Giunta regionale -Allo scopo di accelerare l’adozione di misure per rendere più efficiente la giustizia il presidente Kompatscher propone di creare un’Agenzia regionale.

Il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, che ricopre anche il ruolo di presidente della Regione, nel corso della cerimonia odierna (26 gennaio) d’inaugurazione dell’anno giudiziario a Trento ha sottolineato che il passaggio delle competenze in merito al personale della Giustizia dallo Stato alla Regione, avvenuto due anni, aveva principalmente lo scopo di creare le condizioni per una migliore operatività della giustizia a livello regionale. Una condizione questa, ha ribadito il presidente, fondamentale in una società democratica.

Come è noto dall’entrata in vigore della relativa norma di attuazione dello Statuto di Autonomia la Regione ha assunto la competenza per quanto riguarda il personale amministrativo e le infrastrutture. “Negli scorsi mesi è stato fatto molto in questo ambito – ha aggiunto Kompatscher – e recentemente è stato anche indetto un concorso per l’assunzione di 18 assistenti e 2 esperti in ambito linguistico”.

Indubbiamente il passaggio del personale amministrativo alla Regione ha avuto un costo, così come l’adeguamento della dotazione tecnica degli uffici, è inoltre stato approvato un programma nel settore dell’edilizia che prevede l’investimento da parte della Regione di 10 milioni di euro per lavori di manutenzione delle strutture giudiziarie.

In questo modo la Regione ha quasi raddoppiato gli investimenti per il miglioramento degli edifici e la dotazione degli uffici rispetto a quanto era stato erogato dallo Stato. “Comunque – ha aggiunto Kompatscher – i procedimenti sono complessi e le trattative con lo Stato lunghe”. Allo scopo di semplificare i procedimenti ed abbreviare i tempi il presidente Kompatscher ha quindi proposto la creazione di un’Agenzia che dovrebbe essere in grado di operare in maniera più flessibile e con maggiore rapidità “in questo modo – ha affermato – le ripercussioni positive del passaggio di competenze dallo Stato alla Regione nel campo della Giustizia potrebbero divenire in breve tempo tangibili per tutti e di ciò potrebbero approfittare in maniera positiva anche i cittadini del Trentino Alto Adige”.