VIDEONEWS & sponsored

(in )

GIUNTA REGIONALE TN – AA * ELEZIONE SINDACI E CONSIGLI COMUNALI: CIA, « APPROVATO IL DDL DI RINVIO DEL TURNO ELETTORALE GENERALE 2020, NUOVA DATA TRA 1/9 E 15/12 »

Giunta regionale: approvato il ddl di rinvio del turno elettorale generale 2020, nuova data tra il 1° settembre e il 15 dicembre. Restano valide le operazioni elettorali preparatorie già compiute.

Si è svolta questa mattiva in videoconferenza la seduta della Giunta regionale che, tra i vari punti in discussione, ha approvato il disegno di legge riguardante le norme urgenti di rinvio del turno elettorale generale 2020 per l’elezione del sindaco e dei consigli comunali, su proposta dell’Assessore regionale agli enti locali Claudio Cia. Dopo il parere del Consiglio delle autonomie locali di Trento e del Consiglio dei comuni di Bolzano, il ddl arriverà nell’aula del Consiglio regionale per la trattazione finale.

Le elezioni del sindaco e del consiglio comunale in 158 comuni della provincia di Trento e in 113 comuni della provincia di Bolzano, erano infatti previste domenica 3 maggio 2020 (con eventuale turno di ballottaggio per domenica 17 maggio 2020).

Con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 9 marzo 2020 sono state estese a tutto il territorio nazionale le misure previste dall’articolo 1 del DPCM 8 marzo 2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Le attività connesse al regolare svolgimento delle consultazioni elettorali e in particolare le operazioni di presentazione delle candidature nell’ambito del procedimento elettorale preparatorio non risultavano pertanto compatibili con la necessità di evitare lo spostamento delle persone e ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

L’articolo 219 del Codice degli enti locali dispone che il Presidente della Regione può disporre il rinvio con proprio decreto delle elezioni comunali, qualora, per sopravvenute cause di forza maggiore, non possa farsi luogo alle elezioni stesse per la data fissata dal decreto di convocazione dei comizi. Con decreto del Presidente della Regione n. 16 di data 10 marzo 2020, i comizi elettorali convocati per il giorno 3 maggio 2020 sono stati rinviati ad una nuova data da fissare con un successivo decreto del Presidente della Regione, d’intesa con i Commissari del Governo di Trento e di Bolzano e con il presidente della Corte d’appello e sentite le giunte provinciali di Trento e di Bolzano.

Il comma 4 dell’articolo 219 del Codice degli enti locali stabilisce che il rinvio non può superare il termine di 60 giorni, fermi restando, in ogni caso, i termini per l’attuazione delle disposizioni ancora non compiute: i comizi elettorali avrebbero dovuto pertanto essere riconvocati al più tardi per la domenica 28 giugno 2020. Preso atto dell’evolversi della situazione epidemiologica e considerata la necessità di garantire lo svolgimento di consultazioni elettorali in condizioni di sicurezza per i cittadini, non è possibile convocare i comizi elettorali in 271 comuni della Regione, nel rispetto del termine stabilito dal Codice degli enti locali.

Da qui la necessità di approvare un disegno di legge urgente di rinvio del turno elettorale generale 2020 per l’elezione del sindaco e dei consigli comunali ad una data compresa tra il 1° settembre e il 15 dicembre 2020, in deroga alla disciplina ordinaria dettata dall’articolo 217 (“Turni elettorali”) del Codice degli enti locali, secondo il quale il turno elettorale generale si svolge in una domenica compresa tra il 1° maggio e il 15 giugno dell’anno di scadenza del mandato, derogando altresì al termine massimo di rinvio stabilito dall’articolo 219, comma 4, dello stesso Codice.

Per evitare un doppio turno elettorale autunnale, si è opportunamente previsto l’accorpamento al turno elettorale generale delle eventuali “elezioni anticipate” dei comuni i cui organi dovessero essere rinnovati per motivi diversi dalla scadenza del mandato, sempreché le condizioni che rendono necessarie tali elezioni si verifichino prima dell’indizione del turno elettorale generale, rinviando altrimenti l’elezione al primo turno elettorale dell’anno 2021. Risulta inoltre necessario disciplinare la durata ultra-quinquennale del mandato elettivo dei sindaci e dei consigli comunali in carica e la corrispondente riduzione della durata del mandato dei sindaci e dei consigli da eleggere, per riportarli a scadenza nel turno elettorale generale del 2025.

L’Assessore regionale Claudio Cia ha tenuto ha evidenziare che è fatta salva la validità delle operazioni elettorali preparatorie già compiute in vista del turno elettorale generale originariamente previsto per il 3 maggio 2020 e in particolare delle sottoscrizioni delle dichiarazioni di presentazione delle liste dei candidati alla carica di consigliere comunale – e delle relative autenticazioni – nonché delle dichiarazioni di accettazione della candidatura e delle relative autenticazioni;

A scopo precauzionale, è stato ritenuto opportuno prevedere che, in considerazione di sopravvenute specifiche situazioni epidemiologiche da COVID-19, il turno elettorale generale, anche già indetto, possa essere ulteriormente rinviato, di non oltre sei mesi, regolando conseguentemente la durata del mandato dei sindaci e dei consigli comunali e facendo salva la validità delle operazioni già compiute per lo svolgimento delle elezioni.

 

*

Assessore Claudio Cia

Si ringrazia per l’attenzione. Il testo del ddl sarà disponibile appena possibile sul sito della Regione nell’elenco delle delibere di Giunta.