VIDEONEWS & sponsored

(in )

GIUNTA PROVINCIALE BOLZANO * COVID: « 48 MILIONI DI EURO AI COMUNI PER COMPENSARE LE MINORI ENTRATE LEGATE ALL’EMERGENZA, GARANTITO IL RIMBORSO DELL’IMI »

Quasi 48 milioni di euro ai Comuni per compensare le minori entrate legate all’emergenza Covid. Garantiti espletamento delle funzioni fondamentali per il 2020 e rimborso dell’IMI.

I Comuni dell’Alto Adige riceveranno 47,7 milioni di euro di compensazioni per le minori entrate legate al periodo della pandemia da coronavirus. Oggi (13 ottobre) la Giunta provinciale ha approvato l’assegnazione e il pagamento di fondi propri e statali per compensare le minori entrate del periodo Covid. I fondi provinciali stanziati a questo scopo ammontano a 21,5 milioni di euro: serviranno a rimborsare le minori entrate IMI in connessione alle agevolazioni Covid-19.

 

*

Ai Comuni rimborsato il 90% delle minori entrate

“Per alleviare le conseguenze della crisi sull’economia abbiamo previsto sgravi fiscali comunali per gli immobili nel bilancio di assestamento 2020” ha spiegato il presidente della Provincia Arno Kompatscher. “Mediante un accordo aggiuntivo sulla finanza locale rimborseremo ai Comuni il 90% delle minori entrate. Il 40% di tale somma è già stato pagato come prima rata”. Per quanto riguarda la compensazione dei mancati ricavi dalla riscossione dell’IMI, il Comune di Bolzano può contare su 3,6 milioni di euro, Merano su 1,2 milioni di euro e Castelrotto su 870.000 euro. Al quarto posto c’è Selva di Val Gardena con 723.600 euro.

 

*

I fondi statali si aggiungono a quelli provinciali

Per garantire e finanziare le attività fondamentali durante la crisi del coronavirus, i comuni altoatesini riceveranno anche 26,2 milioni di euro complessivi di fondi statali per garantire e finanziare le attività fondamentali. La base di questi pagamenti di compensazione è il decreto legge del maggio scorso (convertito nella legge n. 77/2020). Il provvedimento prevede che il Ministero dell’Interno sostenga finanziariamente i Comuni nell’adempimento delle loro funzioni di base e che compensi i deficit di reddito legati alle conseguenze della pandemia, per cui è stato istituito un fondo separato anche per l’Alto Adige.

 

*

A Bolzano il rimborso maggiore per le funzioni di base

“Poiché la competenza sui Comuni e sul loro finanziamento è di competenza primaria della Provincia, l’amministrazione provinciale ha sviluppato le procedure di assegnazione e ora verserà gli importi ai Comuni”, ha sottolineato Kompatscher. Dei 26,2 milioni di euro per lo svolgimento delle funzioni di base, la somma più alta di 4,7 milioni di euro andrà al Comune di Bolzano, in linea con la decisione odierna della Giunta. Seguono i Comuni di Merano con 2,5 milioni di euro e di Bressanone con 862.800 euro. Nel mese di settembre è stata compensata in modo analogo la diminuzione delle entrate causata dall’esenzione dalle tasse per l’occupazione di terreni pubblici (TOSAP e COSAP) dal 1° maggio al 31 ottobre 2020.