VIDEONEWS & sponsored

(in )

GARANTE DETENUTI – TRENTINO: CIA, AFFRONTARE IL TEMA CON RESPONSABILITÀ

(Fonte: Claudio Cia) – Garante dei detenuti, Cia (Agire): “Affrontare il tema con responsabilità, senza tralasciare le vittime.”

Dopo mesi e mesi di discussione, il Consiglio Provinciale ha nominato il Garante dei detenuti; nonostante la conclusione dell’iter è necessario affermare con fermezza che la tematica in questione dovrà essere affrontata con grande responsabilità e serietà.

Negli ultimi anni abbiamo assistito da spettatori alle problematiche nelle carceri. Secondo i dati del Ministero di Grazia e Giustizia, dal 1992 ad oggi di media ci sarebbe un suicidio a settimana nelle carceri italiane e dall’inizio di quest’anno siamo arrivati a 29 suicidi; la casa circondariale di Trento ha da poco vissuto un caso del genere, quando nello scorso settembre un uomo di 42 anni si è tolto la vita.

Paradossalmente molti detenuti sono ancora in attesa di giudizio o di un provvedimento definitivo (al 30 settembre 2017 i detenuti in attesa di giudizio erano 10.247). Per non parlare del problema vecchio quanto il mondo del sovraffollamento, che quest’anno rischia di procurarci un’altra condanna da parte della Corte Europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo (l’ultima della quale risale al 2013).

Sarebbe inoltre vitale che il sistema politico e giudiziario cominciasse ad avere più rispetto e considerazione anche per le vittime; di conseguenza sarebbe da valutare l’idea di istituire anche una figura che possa garantire le vittime dei reati, attraverso un provvedimento che non sia di stampo ideologico e che possa anche rappresentare un investimento per la nostra società.

 

 

*

Claudio Cia, Consigliere provinciale di Agire per il Trentino

 

 

 

Qui il mio intervento dell’8 giugno 2017, in occasione della discussione sull’istituzione del Garante dei detenuti: Ddl su difesa civica, garanzia dei minori e garanzia dei detenuti: la “miracolosa” moltiplicazione delle istituzioni.

 

 

 

 

 

 

Foto: archivio Carcere Spini di Gardolo (Tn)