CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO

"A tu per tu“ con con Giorgio Tonini - Pd Trentino

Focus: concessione A22

Ballottaggi del 4 ottobre: FUTURA c’è per vincere ancora. Domenica prossima 4 ottobre si gioca il secondo tempo delle elezioni amministrative nei Comuni che non hanno ancora eletto il proprio sindaco.

Sono tutte consultazioni importanti per le realtà locali, ma sicuramente i ballottaggi di Rovereto, Arco e Riva del Garda possiedono una valenza politica di livello provinciale. A Trento abbiamo vinto, cominciando il lungo cammino che ci porterà alla riconquista del governo della Provincia. In primo luogo però abbiamo vinto perché siamo riusciti a convincere la maggioranza dei cittadini e delle cittadine del capoluogo che la nostra coalizione e il nostro candidato Franco Ianeselli erano credibili e affidabili.

In contesti diversi i tre candidati sindaci che noi appoggiamo (Francesco Valduga per Rovereto, Alessandro Betta per Arco e Adalberto Mosaner per Riva) hanno seguito lo stesso metodo: creare coalizioni ampie e coese che, con l’apporto determinante delle diverse forze politiche, fossero in grado di presentare alle elettrici e agli elettori valori chiari, idee concrete e innovative, programmi rivolti allo sviluppo dell’intera comunità.

I tre candidati sindaci hanno dimostrato, nella loro precedente attività di governo, capacità, spirito di servizio, attenzione all’inclusione dei più deboli. Non sono parole: nei provvedimenti varati dopo l’emergenza virus hanno messo in campo progetti urgenti all’insegna della solidarietà e del sostegno a chi ha subito le conseguenze di questa crisi.

All’interno di queste coalizioni, FUTURA fornisce la garanzia per la centralità di questa impostazione ma anche una carica innovativa. FUTURA Rovereto ha avuto un successo importante al primo turno diventando la vera novità delle elezioni, mentre Arco Bene Comune – FUTURA e Riva Bene Comune-FUTURA hanno confermato il loro leale e significativo impegno.

Sappiamo che il secondo turno è una consultazione diversa dalla precedente. I nostri candidati sono arrivati primi ma ciò deve moltiplicare il nostro impegno e la nostra mobilitazione in questi ultimi giorni. Occorre andare a votare per ribadire il proprio voto espresso al primo turno oppure scegliere senza indugio tra chi è sicuramente democratico, antifascista, solidale, popolare, attento alla sostenibilità ambientale, fautore della solidarietà e dell’inclusione e chi invece non garantisce nulla di questo, se non l’opposto.

FUTURA Trentino appoggia con grande convinzione e vicinanza Valduga, Betta e Mosaner: loro batteranno destre reazionarie, a tratti razziste, che dietro i loro candidati nascondono i leader nazionali Salvini e Meloni che imporranno i loro ordini alle realtà locali.

Si vota per l’amministrazione di città importanti e Valduga, Betta e Mosaner hanno già dimostrato di guardare per prima cosa all’interesse della comunità e di saperlo far bene.

 

*

Il Consiglio direttivo di FUTURA partecipazione e solidarietà