VIDEONEWS & sponsored

(in )

FUTURA 2018 * SICUREZZA TRENTO: ” NO ALLA CACCIATA DEI RICHIEDENTI ASILO E NO AI VIGILANTES A SANTA MARIA MAGGIORE “

Futura 2018: no alla cacciata dei richiedenti asilo e no ai vigilantes a santa Maria Maggiore di Trento. Domani sera, 26/11, assemblea aperta in Vvv.

Futura 2018 promuove per domani sera, lunedì 26 novembre, 20.30, spazio partecipato Vvv, via VittorioVeneto 20 Trento, confronto-approfondimento
sul caso dei richiedenti asilo che la giunta provinciale di Trento ha deciso di allontanare dalla nostra città.

L’incontro è aperto a tutti gli interessati. Interverranno esperti, consulenti e testimoni.

La posizione contraria di Futura 2018 è già stata espressa insieme alle altre forze dell’Alleanza democratica e popolare.

Oggi ribadiamo la nostra resistenza, socioculturale oltre che politica, al decisionismo muscolare della nuova giunta provinciale, che continua la campagna elettorale con delibere giuridicamente discutibili e politicamente inaccettabili, come quella sull’appalto a vigilanza privata della sorveglianza della basilica di Santa Maria Maggiore a Trento.

Il presidente della Provincia non ha consultato neppure il sindaco di Trento (che infatti fortemente dissente) prima di decidere di reclutare i vigilantes per il “simbolo della cristianità” (parole sue) Santa Maria Maggiore.

Appalto da 50mila euro per avere delle guardie davanti alla basilica “durante le funzioni” (peraltro piuttosto rare nell’arco della settimana). Spaccio e degrado vanno combattuti, anche con le forze dell’ordine: gli autori di reato vanno arrestati o segnalati, a seconda dei casi.

Ma senza un’interposizione civica e civile, delle forze sociali, di operatori adeguatamente formati per recuperare le persone border-line, non di agenti armati per certificarle definitivamente come criminali orinatori, la città diventa uno spazio militarizzato.

Triste la politica che appalta con soldi pubblici ai vigilantes privati una chiesa, la basilica del Concilio di Trento, come fosse una banca.