VIDEONEWS & sponsored

(in )

FUGATTI – INTERROGAZIONE * “SUBENTRO DEI MEDICI DI BASE: QUALI AZIONI INTENDE METTERE IN ATTO LA PROVINCIA?”

Interrogazione. Subentro dei medici di base: quali azioni intende mettere in atto la Provincia?

Durante la seduta del Consiglio provinciale di dicembre, relativa alla discussione della legge di stabilità, veniva approvato dall’Aula un emendamento della Lega Nord Trentino che prevedeva di destinare 500.000 Euro al riconoscimento di incentivi a favore dei medici di medicina generale volti ad introdurre forme di flessibilizzazione delle relative prestazioni idonee a garantire un miglior servizio verso l’utenza.

Con tale norma si apriva quindi la possibilità di richiedere una deroga al numero di pazienti per medico di base risolvendo così le difficoltà riscontrate ad esempio nei Comuni di Mezzocorona, Roverè della Luna e Brentonico.

Tenuto conto che un assistito ha il diritto di poter scegliere liberamente il proprio medico di base dato che il rapporto si dovrà basare sulla fiducia e non vedersi imposta una scelta per mere leggi in atto, della conformazione orografica del territorio e delle esigenze dei cittadini, la deroga ad oggi è essenziale per salvaguardare la figura del medico di base nei territori della Provincia.

Inoltre pare che anche il Comune di Lavis stia attraversando delle difficoltà: un posto vacante e il pensionamento di due medici di base tra pochi mesi [che presterebbero servizio anche a Zambana]. Comprensibile quindi la preoccupazione dei cittadini, considerato anche che ad oggi non avrebbero avuto garanzie sulla sostituzione delle due figure.

 

Tutto ciò premesso si interroga il Presidente della Provincia per sapere:

1. se la Provincia abbia messo in atto delle azioni a seguito dell’approvazione dell’emendamento ed eventualmente quali;

2. se si riuscirà a procedere alla sostituzione dei medici di base nei diversi Comuni sopra citati e quali siano i tempi previsti;

3. se siano state riscontrate criticità simili a quelle sopra evidenziate in altri Comuni del Trentino.

 

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Maurizio Fugatti