VIDEONEWS & sponsored

(in )

FUGATTI* INTERROGAZIONE: STRANIERO TRUFFA L’INPS PER 49 MILA EURO, QUANTI CASI IN TRENTINO E QUALI CONTROLLI?

Ogni mese, per sei anni (dal 2010 al 2016), uno straniero ha ricevuto un assegno sociale per un totale di circa Euro 49.000. Oltre ad evidenziare come per gli ultimi arrivati gli aiuti siano sempre pronti in Italia, ci teniamo a precisare, da informazioni in nostro possesso, che il marocchino avrebbe truffato l’Inps dichiarando falsamente che la propria dimora fosse a Trento, riuscendo così ad intascare l’importante somma.

Purtroppo non è la prima volta che da controlli effettuati dalle Autorità preposte emergerebbero irregolarità legate proprio alla mancata comunicazione del cambio dimora.

Non si comprende però per quale motivo l’Inps abbia continuato ad erogare l’importo visto che presso l’Ufficio anagrafe di Trento lo straniero sarebbe risultato cancellato per mancato rinnovo della dimora abituale e che presso la Questura di Trento il rinnovo del permesso di soggiorno non pare fosse stato ritirato.

Oltre a questo vorremo capire quali altre irregolarità, legate ad aiuti pubblici concessi dalla Provincia ed altri Enti, siano state riscontrate e quali l’importo messo in discussione.

 

*

Tutto ciò premesso, si interroga il Presidente della Provincia per sapere:

 

  1. Per ogni forma di sostegno economico erogato dalla Provincia di Trento, Comunità di Valle, Comuni quali controlli vengono messi in campo e con quale distanza temporale rispetto all’accoglimento della richiesta;
  2. Quante irregolarità sono state riscontrate negli ultimi cinque anni, per quali importo e aiuti erogati;
  3. In relazione al quesito 2. , quanti gli stranieri (specificare la nazionalità) e quanti gli italiani;
  4. Se i colpevoli siano stati puniti ed abbiano restituito quanto incassato attraverso la truffa.

 

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta.

 

Cons. Maurizio Fugatti

Lega Nord Trentino