VIDEONEWS & sponsored

(in )

FRONTEX * « THE NUMBER OF ILLEGAL BORDER CROSSINGS AT EUROPE’S EXTERNAL BORDERS DROPPED BY 40% IN THE FIRST TWO MONTHS OF 2021 » (TRADUZIONE IN ITALIANO ALL'INTERNO DELLA NEWS)

Situation at EU external borders – Lower numbers in Eastern and Western Mediterranean 2021-03-18.

The number of illegal border crossings at Europe’s external borders dropped by 40% in the first two months of 2021 compared to a year ago to 12 000*, largely because of a drop in arrivals in Eastern and Western Mediterranean, according to preliminary calculations.
In February, the number of illegal border crossings reached 4 650, about half the figure from the same month of last year.

Western Africa
Some 150 irregular migrants reached the Canary Islands in February, a third of the total from February 2020.
In the first two months of the year, 2 200 irregular migrants arrived on the Canary Islands, twice the total from the same period of 2020.
Nationals from sub-Saharan countries, most claiming to be from Mali and Ivory Coast, accounted for the largest number of arrivals.

Central Mediterranean
The number of migrants crossing the Central Mediterranean nearly doubled in February compared to a year ago to nearly 3 300.
In January and February of this year, the total number of illegal crossings on this route increased by 26% to 4 300.
Nationals of Tunisia and Ivory Coast accounted for the two main nationalities on this migratory route.
https://frontex.europa.eu/thumb/Images_News/2021/IBC_Feb.prop_750x.a3cd0e8460.png

Western Mediterranean
There were around 600 detections of illegal border crossings in the Western Mediterranean in February, 52% less than in the same month of 2020.
The total for the first two months of 2021 stood at around 1550, or a third less than in the same period in the previous year.
Algerians accounted for three of every five detections on this route this year, while Moroccans made up most of the remaining arrivals.
Eastern Mediterranean

According to the most recent data, there were around 700 detections of illegal crossings reported in February on the Eastern Mediterranean route, 80% less than a year ago. Most of the detections took place at the land border.
In the January-February period, the total number of detections fell 80% to around 1 600.
Nationals of Syria and Turkey accounted for the largest number of detected migrants.

Western Balkans
There were around 400 detections of illegal border crossings reported so far on the Western Balkan route in February. The final figure will likely be higher.

In the first two months of this year, nearly 2600 migrants were detected at EU’s border with the Western Balkan countries, about half the total from the same period of 2020.

The two main detected nationalities were Syrians and Afghans.
*The figure includes other less active migratory routes not mentioned in this press release. The final figures may be higher due to delayed reporting.
Note: The preliminary data presented in this statement refer to the number of detections of irregular border-crossing at the external borders of the European Union. The same person may attempt to cross the border several times in different locations at the external border.

 

*
Ho aggiunto questa specifica… TRADUZIONE DA “GOOGLE TRANSLATION” (è possibile che il testo in lingua straniera non sia tradotto in maniera ottimale, si raccomanda di verificare l’esatto contenuto-traduzione)

 

Situazione alle frontiere esterne dell’UE – Numeri inferiori nel Mediterraneo orientale e occidentale 2021-03-18. Il numero di attraversamenti illegali delle frontiere alle frontiere esterne dell’Europa è diminuito del 40% nei primi due mesi del 2021 rispetto a un anno fa a 12000 *, in gran parte a causa di un calo degli arrivi nel Mediterraneo orientale e occidentale, secondo i calcoli preliminari. A febbraio, il numero di attraversamenti illegali delle frontiere ha raggiunto 4 650, circa la metà rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.
Africa occidentale Circa 150 migranti irregolari hanno raggiunto le Isole Canarie a febbraio, un terzo del totale da febbraio 2020. Nei primi due mesi dell’anno sono arrivati ​​alle Isole Canarie 2 200 migranti irregolari, il doppio rispetto allo stesso periodo del 2020. I cittadini dei paesi subsahariani, la maggior parte dei quali dichiara di provenire dal Mali e dalla Costa d’Avorio, hanno rappresentato il maggior numero di arrivi.
Mediterraneo centrale Il numero di migranti che attraversano il Mediterraneo centrale è quasi raddoppiato a febbraio rispetto a un anno fa, arrivando a quasi 3 300. A gennaio e febbraio di quest’anno, il numero totale di attraversamenti illegali su questa rotta è aumentato del 26%, arrivando a 4 300. I cittadini della Tunisia e della Costa d’Avorio rappresentavano le due principali nazionalità su questa rotta migratoria. https://frontex.europa.eu/thumb/Images_News/2021/IBC_Feb.prop_750x.a3cd0e8460.png
Mediterraneo occidentale A febbraio sono stati rilevati circa 600 attraversamenti illegali delle frontiere nel Mediterraneo occidentale, il 52% in meno rispetto allo stesso mese del 2020. Il totale per i primi due mesi del 2021 si è attestato a circa 1550, ovvero un terzo in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Gli algerini hanno rappresentato tre dei cinque rilevamenti su questa rotta quest’anno, mentre i marocchini hanno costituito la maggior parte degli arrivi rimanenti.
Mediterraneo orientale
Secondo i dati più recenti, sono stati circa 700 i rilevamenti di attraversamenti illegali segnalati a febbraio sulla rotta del Mediterraneo orientale, l’80% in meno rispetto a un anno fa. La maggior parte dei rilevamenti è avvenuta al confine terrestre. Nel periodo gennaio-febbraio, il numero totale di rilevamenti è sceso dell’80% a circa 1 600. I cittadini di Siria e Turchia rappresentavano il maggior numero di migranti rilevati.
Balcani occidentali A febbraio sono stati segnalati circa 400 rilevamenti di valichi di frontiera illegali sulla rotta dei Balcani occidentali. La cifra finale sarà probabilmente più alta. Nei primi due mesi di quest’anno, quasi 2600 migranti sono stati rilevati al confine dell’UE con i paesi dei Balcani occidentali, circa la metà del totale rispetto allo stesso periodo del 2020.
Le due principali nazionalità rilevate erano siriane e afghane. * La cifra include altre rotte migratorie meno attive non menzionate in questo comunicato stampa. I dati finali potrebbero essere più alti a causa del ritardo nella segnalazione. Nota: i dati preliminari presentati in questa dichiarazione si riferiscono al numero di rilevamenti di attraversamenti irregolari delle frontiere alle frontiere esterne dell’Unione europea. La stessa persona può tentare di attraversare il confine più volte in luoghi diversi alla frontiera esterna.