FRACCARO * MANOVRA: ” DIALOGHEREMO PER FAR VALERE LE NOSTRE RAGIONI, IL PROVVEDIMENTO RESTA QUELLO APPROVATO CASOMAI SI RAFFORZA “

Manovra. Fraccaro: resterà espansiva, aperti a confronto con Ue. “Era previsto che l’Ue del rigore bocciasse una manovra espansiva. Il provvedimento resta quello approvato, casomai si rafforza. È l’Europa che deve cambiare dismettendo le disastrose politiche dell’austerity per abbracciare la crescita. Non c’è uno scontro tra istituzioni ma un confronto tra modelli economici. Dialogheremo per far valere le nostre ragioni”. Lo afferma in un’intervista al Sole 24 Ore il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia Diretta, Riccardo Fraccaro. “L’Italia – spiega – non è affatto isolata perché la battaglia sul deficit e la crescita, nei fatti, è stata condivisa e messa in pratica da diversi Paesi prima di noi e lo sarà in futuro.

Purtroppo scontiamo la perdita di credibilità degli ultimi anni, con i Governi che andavano a Bruxelles con il cappello in mano. Tuttavia abbiamo dalla nostra parte il Paese reale, che ci ha dato un mandato forte e ci chiede di andare avanti”. Secondo Fraccaro “un eventuale anticipo a novembre della procedura di infrazione non farebbe altro che alimentare il sospetto di un giudizio politico da parte della Commissione. Più che una minaccia sarebbe una confessione, non è questo l’atteggiamento giusto: siamo aperti al confronto, purché sia franco e leale. Dimostreremo con i fatti che la nostra ricetta servirà a rilanciare la crescita”.

“La Bce – aggiunge – dovrebbe garantire la stabilità finanziaria e calmierare lo spread”, che “non può essere utilizzato per orientare le politiche di un Paese. Dobbiamo difendere la nostra sovranità, l’economia dev’essere al servizio della comunità e del benessere dei cittadini. L’Italia è un Paese democratico, con un Governo forte e coeso.

Persuaderemo tutti delle nostre scelte”. Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia Diretta assicura che su reddito di cittadinanza e riforma della Fornero “non ci saranno rinvii. Aiutare chi cerca un’occupazione e favorire il ricambio generazionale servirà ad aumentare la produttività. Senza sostenibilità sociale non c’è sostenibilità economica, quindi l’avvio di queste misure è indispensabile per ridare slancio al sistema-Paese. La crescita sarà superiore alle previsioni. Intendiamo avviare il più grande piano di investimenti degli ultimi anni e siamo pronti a rafforzarlo con delle riforme strutturali”.

Per quanto riguarda l’arrivo della legge di bilancio in Parlamento Fraccaro sottolinea che “è questione di giorni, rispettiamo la centralità del Parlamento che deve lavorare al testo nei termini utili”. E in riferimento alla discussione con le forze politiche in Parlamento spiega: “Noi siamo sempre disponibili al dialogo, l’importante è che non vi sia un atteggiamento strumentale su un tema tanto importante. Vogliamo cambiare rotta, abbandonando le secche dell’austerity per imboccare la via della crescita. Non solo in Italia, ma – conclude Fraccaro – anche in Europa”.