VIDEONEWS & sponsored

(in )

FONDAZIONE VRT – TRENTO * NEW TECH: « GLI ESITI DEL BANDO INNOVAZIONE PER L’AVVIO SUL MERCATO 2020, SONO NOVE I PROGETTI RITENUTI MERITEVOLI DI FINANZIAMENTO « (IN ALLEGATO L’ELENCO)

Fondazione VRT continua ad investire sul territorio trentino, proseguendo ad aiutare la ricercata trentina che aiuta le persone.

La sfida che la Fondazione Valorizzazione Ricerca Trentina, a due anni dalla sua nascita, affronta oggi è quella di aiutare a valorizzare e accelerare le ricerche e tecnologie più avanzate – sviluppate nei centri di ricerca, università e incubatori trentini – che sono in grado di garantire un’utilità sociale per il territorio. Da qui la nostra missione aiutiamo la ricerca che aiuta le persone.

Principio che si concretizza in azioni di sostegno, concrete, com’è evidente dai bandi deliberati nel 2020 e dai nuovi bandi che verranno emessi nel 2021.

A chiusura dell’ultimo bando 2020 lanciato lo scorso 18 novembre nell’ultima seduta del Cda del 4 dicembre scorso, sono stati valutati i progetti pervenuti da parte di un Comitato Tecnico Manageriale composto da professionisti APCO – Associazione Professionale Italiana Consulenti di Management presieduto dall’ing. Livio Lavelli. Relativamente a questo bando:

9 sono i progetti ritenuti meritevoli di finanziamento (si veda in seguito l’elenco descrittivo) con lo stanziamento di 180.000 euro.

60 le manifestazioni di interesse pervenute

24 sono stati i progetti considerati meritevoli di valutazione nei settori cruciali come Epidemiologia, virologia, genomica, Telemedicina, Televisita, Teleriabilitazione per il Trentino, Diagnostica Avanzata e sviluppo KIT diagnostici rapidi contro Covid19, Didattica a distanza per le scuole trentine, Tecnologie per il distanziamento a tutela della salute delle persone, Avvio Startup Innovative ad elevata utilità sociale, Bando speciale innovazione per la montagna.

I 9 progetti che Fondazione VRT ha inteso valorizzare con l’ultimo bando hanno tutti in comune ricerche e tecnologie innovative sviluppate in Trentino che dimostrano l’importante ricaduta in termini di utilità sociale per le persone.

Teleriabilitazione: Kari4Covid-19, Fase 2 della società Euleria srl (responsabile David Tacconi): Attualmente molti pazienti sono impossibilitati a fare riabilitazione, e Kari potrebbe rappresentare per loro l’unica possibilità di esercitarsi nella sicurezza del domicilio ma seguiti dai propri terapisti. Inoltre, “Kari4Covid- 19, Fase 2”, rappresenterà lo strumento ideale per effettuare un nuovo stress-test con tutte le implementazioni apportate durante la fase 1 e continuare la fase di miglioramento del prodotto basandosi su feedback di pazienti e fisioterapisti.

Sicurezza nel comparto sci. NOFILE gotomarker della società Motorialab (responsabile Riccardo de Filippi): NOFILE per lo sci: una telecamera e l’intelligenza artificiale (AI) per informare sui tempi di attesa alla partenza degli impianti di risalita ed evitare assembramenti, aiutando un intero settore a ripartire.

Diagnostica Avanzata contro il tumore al cervello. AIMED di Fondazione Bruno Kessler (responsabile Emanuele Olivetti): Il progetto AIMED, Artificial Intelligence in MEDicine, ha lo scopo di migliorare i servizi alla salute per il cittadino fornendo strumenti di diagnostica avanzata basati su Intelligenza Artificiale ai medici sul territorio. In particolare AIMED indirizza patologie come il tumore al cervello e Covid-19, portando recenti risultatati della ricerca a disposizione per la sperimentazione in Neurochirurgia e Radiologia.

Televisita in Trentino per i pazienti fragili. TeStl – televisita e strumenti innovativi per una migliore presa in carico da remoto in pazienti fragili di Fondazione Bruno Kessler (responsabile Stefano Forti): L’obiettivo del progetto TeStI -Televisita e strumenti Innovativi per una migliore presa in carico da remoto di pazienti fragili, è quello di potenziare l’efficacia della prestazione in televisita attraverso la fornitura di alcuni devices tecnologici in grado di fornire all’operatore sanitario dati oggettivi sullo stato di salute del paziente. Vengono così aumentate le possibilità di utilizzo di una visita da remoto che consente ai cittadini trentini di essere più puntualmente seguiti anche presso il loro domicilio.

SPHERIC presentato dall’ing. Andrea Revolti – Concept innovativo finanziato da Fondazione Caritro, Fondazione VRT offre un sostegno per la concreta realizzazione.

Didattica a Distanza. D.A.D.dy della società TxC2 srl (responsabile Hyeon Kyeong Hwang): Tecnologia per la didattica a distanza.

Riduzione rischio contagio epidemiologico. Shield4US – Lavorare in sicurezza COVID19 del Dipartimento Ingegneria Industriale – Università di Trento (responsabile Francesco Pilati): L’obiettivo del progetto è lo sviluppo di un’originale architettura hardware e software in grado di ridurre il rischio di contagio da COVID-19 in maniera preventiva e proattiva per quei lavoratori che si trovano nella condizione di espletare le proprie mansioni in stabilimenti produttivi, edifici, ambienti o locali chiusi mediante tecnologie di geolocalizzazione indoor opportunamente distribuite nell’ambiente lavorativo.

Rna interference therapy for neurodegenerative diseases del Dipartimento CIBIO – Università di Trento (responsabile Michela Denti) – L’obiettivo è quello di accelerare i tempi della ricerca di una terapia per malattie degenerative quali le demenze, tutt’ora senza cura. Il gruppo di ricerca effettuerà uno studio preclinico per dimostrare l’efficacia di un innovativo approccio terapeutico bastato su piccole molecole di RNA.

Supporto a Prebiomics Beta Program di Prebiomics srl (responsabile Paolo Ghensi) – trattamento malattie impianti dentali. L’obiettivo è di validare, anche al supporto di 50 cliniche odontoiatriche trentine e italiane, un test innovativo basato sull’analisi del microbiota da commercializzare per il supporto del dentista nell’individuazione e trattamento che affliggono impianti dentali.

Maggiori informazioni sul sito www.fondazionevrt.it

 

 

*

Nella foto: il Presidente Fondazione Vr,t dottor Stefano Milani.