VIDEONEWS & sponsored

(in )

FONDAZIONE MACH * CONCORSO VINI TERRITORIO: CATTANI, « UN EVENTO CHE SI È COSTRUITO UN RUOLO IMPORTANTE NEL CONTESTO LOCALE E NAZIONALE »

Si è alzato il sipario sulla quarta edizione del concorso sui vini del territorio organizzato dalla Fondazione Edmund Mach. Due giorni di degustazioni, 138 etichette in gara di oltre 70 cantine provenienti da tutta la regione, 5 tipologie di vino suddivise in 9 categorie.

L’apertura del concorso, ormai consolidato nel calendario eventi della FEM, si è svolta presso la sala Versini del Palazzo della Ricerca e Conoscenza, con il saluto del presidente FEM, Mirco Maria Franco Cattani, alla commissione di 30 esperti chiamati a votare i vini. Il concorso, nel pieno rispetto del protocollo sicurezza anti-contagio Covid-19, è poi proseguito nella cantina didattica dove le degustazioni continueranno anche nella giornata di domani.

“Si apre oggi la quarta edizione di un evento – ha spiegato in apertura il presidente FEM, Mirco Maria Franco Cattani – che si è costruito un ruolo importante nel contesto locale e nazionale. Nata come rassegna didattica è diventata negli anni una iniziativa molto affermata in campo enologico, con al centro una commissione altamente qualificata composta da oltre trenta esperti tra sommelier, enologi e giornalisti di settore provenienti da tutta Italia. Vorrei sottolineare l’ambizioso obiettivo di questo concorso: far conoscere l’unicità delle produzioni enologiche del nostro territorio. Un obiettivo, questo, che si inserisce a pieno titolo nella mission del nostro ente, nato quasi 150 anni fa: dare risposte concrete agli operatori del territorio, ma fornire anche un valore aggiunto ai suoi prodotti. E’ su questa strada che vogliamo proseguire, tenendo ben visibile e fermo lo scopo per il quale questo ente è stato costituito: supportare e valorizzare l’agricoltura trentina”.

La manifestazione, autorizzata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali come concorso ufficiale, è promossa e organizzata dal Centro Istruzione e Formazione FEM con il patrocinio dei comuni della Piana Rotaliana: San Michele all’Adige, Mezzolombardo e Mezzocorona e conta sul supporto delle due sezioni Assoenologi Trentino ed Alto Adige.
Il quarto concorso si presenta come opportunità per valorizzare e promuovere la qualità dei vini proposti nella scorsa edizione e non svolta: Teroldego Rotaliano Dop, Trentino Dop Merlot, Trentino Dop Traminer aromatico, Alto Adige Südtirol Dop Merlot, Alto Adige Südtirol Dop Gewürztraminer a cui si aggiungono le categorie Trentino Dop, Vigneti delle Dolomiti Igp e Vallagarina Igp Nosiola e Alto Adige Südtirol Dop Sylvaner con le relative sottozone Valle Isarco e Terlano.

La commissione sarà supportata dagli studenti del corso enotecnico. “Un concorso – ha sottolineato il dirigente del Centro Istruzione e Formazione Ivano Artuso – che ha una notevole valenza didattica e formativa. La commissione, infatti, nella sua attività di degustazione e valutazione sarà affiancata dagli studenti, che avranno così la straordinaria opportunità di approfondire la conoscenza dei vini prodotti nel territorio Trentino – Alto Adige/Südtirol ma anche delle aziende produttrici”