PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-19 Free - 21 puntata  (format Tv)

Otto appartamenti e tre garage, a canone agevolato, sono inseriti nel nuovo bando della Fondazione Crosina Sartori Cloch di Trento che, nata per dare sostegno agli orfani, negli anni ha visto ampliarsi il proprio campo d’azione. La Fondazione offre soluzioni alle esigenze di assistenza e accoglienza, di tipo abitativo-residenziale, alle situazioni familiari riconducibili alle nuove forme di povertà tra le quali, ad esempio, i genitori separati con figli minori a carico o in affido condiviso. La Fondazione non fa distinzione tra coniugi, conviventi di fatto o parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 12 di venerdì 2 ottobre.

Gli appartamenti sono 2 monolocali, 1 bilocale, 3 con tre camere da letto, 2 miniappartamenti con una camera da letto. Nel dettaglio: tre appartamenti in via Gramsci, due per due persone e uno per 1 persona. In via Pedrotti un appartamento più grande: da 4 a 7 persone; in via Margone uno per 4 – 5 persone; per 1 persona in via Stella; per 2 in via Gino Bartali; infine un appartamento che può ospitare fino a 8 persone in via Bassano. Tre, si diceva, i garage: in via Muredei, via Gino Bartali e via Margone.

L’assegnazione degli alloggi viene bandita, normalmente, due volte l’anno e la locazione è l’attività preminente della Fondazione. Quest’anno, complice la pandemia, si è fatto un unico bando. L’ente, una Apsp, è nato dalla trasformazione dell’omonima Istituzione di Pubblica Assistenza e Beneficenza: che aggrega diverse istituzioni benefiche fondate, dalla fine del 1700, grazie ai patrimoni lasciati dai benefattori–fondatori a favore delle persone orfane e svantaggiate della comunità di Trento.

Possono presentare domanda per gli appartamenti i soggetti maggiorenni e capaci di contrarre con la Pubblica amministrazione; cittadini italiani, europei o extra europei (in questo caso con permesso di soggiorno idoneo). Tra i requisiti c’è la residenza in Provincia da 3 anni e da almeno 1 nel Comune di Trento. Il nucleo familiare dovrà possedere un indicatore Icef ricompreso tra 0,1400, diminuito a 0,1300 per i nuclei familiari con figli minori (anche con affidamento in condivisione) e 0,3700. Per gli altri requisiti e per i criteri di formazione della graduatoria, è possibile consultare il bando.

La domanda va presentata in carta semplice, usando il modello prestampato, con consegna a mano, raccomandata a.r. (postale o altro servizio analogo) o posta elettronica certificata. Il contratto di locazione sarà di natura privatistica, a canone agevolato, di 3 anni più proroga di diritto di ulteriori 2.

Rispetto ai garage, la loro assegnazione non è subordinata al possesso dei requisiti necessari per gli appartamenti, bensì a una distinta graduatoria definita in base alla data di ricezione delle domande. Sarà data comunque preferenza agli assegnatari di appartamento siti nello stesso immobile del garage.

Il bando completo è disponibile agli uffici della Fondazione, in via B. De Finetti 24 a Trento. Per recarsi in sede è opportuno prendere appuntamento: telefono 0461/923425, e-mail segreteria@fondazione-csc.it. Il bando e la modulistica possono essere scaricati anche dal sito www.fondazione-csc.it e dalla sezione “albo pretorio” del sito web del Comune di Trento.