News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

FLP * TRENTINO ALTO ADIGE – UFFICI GIUDIZIARI: VETRONE, « A RISCHIO L’UFFICIO PER IL PROCESSO, PREOCCUPANTE SITUAZIONE CHE LA POLITICA LOCALE NON AFFRONTA NONOSTANTE I NOSTRI APPELLI »

Scritto da
19.24 - mercoledì 22 giugno 2022

Lo scorso mese di febbraio, 8.000 addetti all’Ufficio per il processo hanno preso servizio negli Uffici Giudiziari di tutta Italia. Escluso nel Distretto della Corte d’appello di Trento, competente anche per la provincia di Bolzano.

Il concorso per i 79 funzionari assegnati alla predetta Corte, più volte reclamato dalla FLP per il grave ritardo accumulato per il suo svolgimento, con lettere al Ministro della Giustizia, all’Ente Regione T.A.A., quest’ultima assegnataria della delega sulla Giustizia, finalmente si è tenuto in data 9 giugno 2022. Dalle nostre informazioni, i 79 funzionari sono stati così ripartiti: n° 51 in trentino e n° 28 in Alto Adige.

Il concorso a Trento, svoltosi nel palazzetto dello sport ha visto la partecipazione di qualche centinaio di aspiranti che sono in attesa dei risultati. Per quello di Bolzano (10 posti per la Corte d’Appello e 18 per il Tribunale), purtroppo, c’è stato un solo vincitore di lingua tedesca. Quindi, l’Ufficio per il processo, concepito per supportare e snellire il lavoro dei giudici e per abbattere l’arretrato nei tribunali, molto probabilmente, a Bolzano, non sarà mai istituito.

È l’ennesima prova che in provincia di Bolzano, se non si interviene immediatamente sulla norma che disciplina il bilinguismo nella Pubblica Amministrazione, derogando alla sua applicazione in quelle situazioni “particolari”, presto quest’ultima rimarrà senza personale con gravi ripercussioni sulla vita dei cittadini e delle imprese che non potranno più essere assistiti.

Pochi giorni fa, anche all’Agenzia delle Entrate di Bolzano è stato espletato un concorso per assumere 20 funzionari tributari. Risultato: dei 18 ammessi si sono presentati in 9, di cui 2 interni. Quindi, anche qui un fallimento! Non va meglio in Sanità, Inps ecc…

Insomma, una preoccupante situazione che la politica locale non intende affrontare nonostante gli accorati appelli che la FLP da anni sta lanciando sulla tenuta delle istituzioni, che si sommano a quelli dei responsabili degli Uffici Pubblici. Per ultimo in ordine di tempo, l’allarme lanciato dalla presidente di sezione della Corte d’Appello di Bolzano, dott.ssa Silvia Monaco che, durante la visita al carcere di Bolzano del Ministro della Giustizia Marta Cartabia, ha definito “il bilinguismo uno scoglio, piuttosto che una risorsa”.

Intanto, la nostra federazione, pur consapevole delle difficoltà operative e normative, intende chiedere al Ministro delle Giustizia, al Presidente della Regione T.A.A. ed ai vertici degli Uffici Giudiziari, di valutare la possibilità di un eventuale scorrimento della graduatoria del concorso svoltosi in provincia di Trento per coprire i posti lasciati vuoti in provincia di Bolzano.

 

*
Il Segretario Regionale F.L.P.
Giuseppe Vetrone

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.