News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

FLP – FEDERAZIONE LAVORATORI PUBBLICI * VETRONE E URGESI, « CORTE DEI CONTI TRENTO E BOLZANO, LA ” COMMISSIONE DEI DODICI ” CI RIPENSA… UN PO’… »

Scritto da
00.28 - domenica 01 novembre 2020

Tra le tante pessime notizie degli ultimi giorni ne è arrivata una abbastanza positiva. La Commissione dei Dodici, competente per la proposta di norma di attuazione sulla “provincializzazione” del personale amministrativo nonché sulla nomina di due magistrati su quattro della sezione di controllo di Trento e due della sezione di Bolzano, attraverso il Consiglio dei Ministri, su indicazione del Consiglio provinciale di Trento e di Bolzano, in queste ore ha fatto una parziale marcia indietro.

Difatti, da quanto si apprende dagli ambienti politici, i commissari avrebbero trovato un’intesa sul testo da sottoporre al vaglio dei ministeri competenti (Giustizia e Finanze) e quindi ad un nuovo esame della Corte dei Conti nazionale. Dopodiché toccherà al Governo decidere se recepire o meno la proposta ed approvarla sotto forma di decreto legislativo.

La novità è quella che nel nuovo testo non si fa più riferimento alla “provincializzazione” del personale amministrativo (resta statale) e che i giudici “nominati” dalle Province di Trento e di Bolzano, potranno restare in carica massimo 10 anni (nel testo precedente era prevista un’elezione a vita, contraria all’ordinamento giudiziario dove tutti gli incarichi sono a tempo determinato) e dovranno sempre essere in minoranza in occasione delle deliberazioni della Sezione controllo della Corte e delle Sezioni riunite di controllo sugli atti amministrativi delle due Province.

Ricordiamo che le due Istituzioni si compongono attualmente: (a Trento con 28 dipendenti. 1 dirigente, 16 funzionari amministrativi, 1 traduttore e 10 assistenti. A Bolzano, 27 dipendenti. 1 dirigente, 16 funzionari amministrativi, 2 traduttori e 8 assistenti), oltre agli 11 magistrati previsti per Trento ed 11 per Bolzano tra sezioni di controllo, sezioni giurisdizionali e procura presso le sezioni giurisdizionali.

Siamo abbastanza soddisfatti di queste novità perché accolgono in parte anche le nostre critiche. Adesso, attesa la nota carenza di organico, si passi ad assumere nuovo personale amministrativo tramite appositi concorsi, nazionali per Trento, locali per Bolzano e si vada a perfezionare definitivamente la posizione del personale in comando proveniente dalle altre Amministrazioni. In special modo quello provinciale, visto che in qualsiasi momento il medesimo personale (semmai dopo una intensa formazione), può ritornare negli Uffici di provenienza.

Siamo certi che il “parziale ravvedimento” della politica locale è frutto della levata di scudi che si sollevò il 6 luglio u.s., laddove la FLP denunciò il tentativo di blitz della Commissione dei Dodici che tentò di mettere il cappello alla Magistratura Contabile, inviando anche una lettera al Capo dello Stato. A quella protesta, ricordiamolo, si associarono anche parte di magistrati e politici corretti che non approvavano l’operato “nascosto” della predetta Commissione.

Purtroppo però come di consueto, nessuno è in possesso degli atti ufficiali che produce la Commissione dei Dodici per poterli visionare e ciò, a nostro avviso, è molto grave. Non c’è trasparenza in uno dei massimi e delicati organi istituzionali della Regione Trentino Alto Adige. I cittadini, i contribuenti, gli organi di stampa sono tenuti all’oscuro di tutto. Gli atti, le norme di raccordo tra Province e Stato vengono pubblicati sempre a cose fatte.

Questo è un punto critico che andrebbe affrontato e regolamentato dalla stessa politica! Infine, la cosa che per la nostra federazione è incomprensibile e che ci lascia tanti dubbi sulla bontà dell’azione politica locale (di sinistra, di centro, di destra), è l’accanimento della stessa a voler per forza nominare propri rappresentanti (due giudici a Trento e due a Bolzano), all’interno di un’Istituzione statale che per ruolo e funzione ha anche il controllo dei bilanci economici delle province di Trento e di Bolzano, nonché dell’Ente Regione Trentino Alto Adige. Vi pare normale?

 

 

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.