VIDEONEWS & sponsored

(in )

FERRARI – MARANELLO (ITALIA) * INTEGRAZIONE PREMIO COMPETITIVITÀ 2020: « INVESTIMENTI, SERVIZI E FORMAZIONE PER UNA COMUNITÀ IN CRESCITA »

Ferrari integra il Premio di Competitività per il 2020. Investimenti, servizi e formazione per una comunità in crescita.

Ferrari N.V. continua a investire per rafforzare il suo sistema di welfare aziendale, riconoscendo e valorizzando il contributo delle proprie persone anche in un anno complesso per la pandemia da Covid-19.

Integrazione del Premio di Competitività 2020

Ferrari ha condiviso con le organizzazioni sindacali italiane firmatarie dell’Accordo sul Premio di Competitività, basato su indicatori di performance aziendale, un’integrazione del Premio per il 2020 pari a Euro 2.100 lordi con erogazione prevista per il prossimo mese di aprile, che porta il valore complessivo conseguibile da ogni dipendente a Euro 7.526,14 lordi.

Il riconoscimento di tale erogazione si aggiunge alle importanti misure già condivise che consentono di considerare come giorni lavorativi anche quelli del periodo di sospensione dell’attività produttiva, dal 16 marzo al 4 maggio 2020. Durante queste sette settimane i dipendenti, la cui mansione era incompatibile con il lavoro a distanza, hanno ricevuto regolare stipendio, senza nessun ricorso agli ammortizzatori sociali ma con permessi retribuiti a carico dell’azienda. Analogamente non saranno considerate ai fini del calcolo dell’entità del Premio le assenze che, sulla base di specifiche certificazioni, risultano causate dall’evento straordinario della pandemia. Tutte queste misure permetteranno alla vasta maggioranza dei lavoratori di ottenere un Premio maggiorato del 7%”.

Crescita del numero di dipendenti
Il personale del Gruppo è aumentato nel 2020 del 6,3% a oltre 4.500 unità nel mondo, proseguendo così la crescita degli anni scorsi. Per quanto riguarda il 2021 si registra già l’inserimento di 50 nuovi addetti nello stabilimento di Maranello, per il passaggio sui due turni del reparto Carrozzeria 8 cilindri previsto tra aprile e maggio.

Back on Track
Il programma “Back on Track” è stato introdotto lo scorso aprile a seguito della pandemia con l’obiettivo di rendere più sicuro il luogo di lavoro e promuovere il benessere psicofisico dei dipendenti. Ferrari è stata tra le prime aziende a offrire alle proprie persone e ai loro famigliari dei test sierologici su base volontaria (oltre 25.000 test erogati) e la prima della Regione Emilia-Romagna ad aver introdotto lo scorso novembre i tamponi rapidi (oltre 15.000 somministrazioni erogate). La Società ha inoltre messo a disposizione delle AUSL del territorio le proprie infrastrutture per effettuare degli screening e, non appena sarà possibile, delle vaccinazioni alla cittadinanza contro il coronavirus.

Formazione
Per Ferrari l’attenzione alle persone significa aver cura anche dell’accrescimento delle loro competenze. Durante il 2020 Ferrari ha erogato, nel rispetto della normativa anti-contagio, oltre 63.000 ore di formazione ai dipendenti, in gran parte da remoto, in crescita di circa l’11% rispetto alle 57.000 ore del 2019.

Servizi per i dipendenti e i loro famigliari
Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, anche lo scorso anno Ferrari ha organizzato il Centro Estivo per oltre 330 figli di dipendenti, apprezzata occasione di aggregazione e socialità per i ragazzi e propedeutica al ritorno a scuola. Ferrari ha rimborsato inoltre il costo dei libri scolastici per i figli di circa 700 dipendenti e ha erogato 57 borse di studio per gli studenti più meritevoli. Nel 2020 il progetto Formula Benessere ha garantito, in una fase in cui diverse strutture sanitarie hanno limitato o sospeso le attività, oltre 1.100 visite specialistiche per i lavoratori. Grazie al Progetto Formula Benessere Junior, oltre 650 bambini figli dei dipendenti sono stati sottoposti a un check-up medico che comprende oltre 10 visite specialistiche.

È stato introdotto infine “Al Posto Tuo”: un nuovo servizio offerto a tutti i dipendenti che possono accedere a un service point per il disbrigo delle loro incombenze burocratiche, migliorando così l’equilibrio vita-lavoro.

 

*

Ferrari supplements the 2020 Competitiveness Award.

Investment, services and training for a developing community.

Ferrari N.V. (NYSE/MTA: RACE) (“Ferrari” or the “Company”) continues to invest in and strengthen its corporate welfare system, recognising and valuing the contribution of its people even during a year made complex due to the Covid-19 pandemic.

Supplement to the 2020 Competitiveness Award
Ferrari shared with the same Italian trade unions that signed the agreement for the Competitiveness Award (based on the Company’s performance indicators) a further supplement for 2020 of an additional gross value of Euro 2,100 expected to be paid in April, which brings the total gross value of the award to Euro 7,526.14 per employee.
This adds to the important measure already agreed that considered as manufacturing activity actually carried out all of the working days of the suspension period from 14 March to 4 May, 2020. During these seven weeks employees unable to adopt remote working received regular wages, without any recourse to social safety nets with paid leave sustained by the Company. In the same way, other absences, supported with specific certifications and due to the extraordinary event of the pandemic, will not be calculated in the Award. As a result of all these measures, the great majority of employees will receive a bonus increase of 7%.

Growth in employee numbers
On a global level the Group total workforce increased In 2020 by 6.3% to over 4,500 employees continuing the growth of previous years. As for 2021, 50 new assembly line workers on the V8 Bodywork department of Maranello are foreseen between April and May.

Back on Track
The “Back on Track” programme was introduced last April, as an answer to the pandemic, to make the workplace safer and to support the pyschophysical well-being of employees. Ferrari was one of the first companies to offer its people and their families voluntary serological tests (more than 25,000 tests provided) and the first in the Emilia-Romagna region to introduce rapid swab tests last November (almost 15,000 tests carried out). The Company has also made its infrastructure available to local health authorities to carry out screenings and, as soon as possible, vaccinations against coronavirus for the general public.

Training
For Ferrari, attention to people means also taking care of the growth of their skills. During 2020, in compliance with anti-contagion regulations, Ferrari delivered more than 63,000 hours of training to employees, mostly remote: an increase of approximately 11% from 57,000 hours in 2019.

Services for employees and their families
Despite the difficulties caused by Covid-19, last year Ferrari organised yet again a summer centre for over 330 children of employees, an appreciated occasion to meet and socialise before going back to school. Ferrari also reimbursed the cost of school books for the children of approximately 700 employees and provided 57 scholarships for the most deserving students. In 2020, the Formula Benessere project provided more than 1,100 specialist medical visits for workers at a time when many health facilities limited or suspended their activities. Thanks to the FB Junior Project, over 650 children of employees had a medical check-up that included over 10 specialist visits.

Finally, “Al Posto Tuo” (In Your Place) was introduced: a new service offered to all employees who are able to delegate household administrative paperwork such as payment of utility bills, postage needs etc to a dedicated service point, thus improving overall work-life balance.