VIDEONEWS & sponsored

(in )

FDI-AN TRENTINO* 2º CONGRESSO PROVINCIALE: “SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ E ALLA FAMIGLIA COME RADICI DELL’ECONOMIA DELLA NOSTRA TERRA”

Ieri sera, presso l’Hotel Al Marinaio di Trento, si è tenuto il 2º Congresso provinciale di FdI-AN Trentino. Un momento importante per la destra trentina, che necessita di ritrovare sé stessa con il coraggio di presentarsi in modo nitido ai nostri alleati e soprattutto alla comunità trentina in previsione della doppia sfida delle elezioni politiche e provinciali nel 2018.

Dopo la relazione introduttiva del Presidente provinciale Marika Poletti, si è aperto il dibatto con due relatori invitati a partecipare in forza della loro esperienza personale, lavorativa ed associativa: Giulia Tanel, in rappresentanza dell’associazione ProVita Onlus, e l’imprenditore Roberto De Laurentis, già presidente dell’Associazione Artigiani, che hanno portato prezioso contributo e soprattutto, come da tema del congresso, delle “idee per la destra”.

Per presentarci in modo genuino, onesto e credibile è indispensabile partire da tutte le tematiche etico-sociali che ci contraddistinguono: il sostegno alla genitorialità e alla famiglia come radici dell’economia della nostra terra. Successivamente, lo sviluppo: occorre predisporre un piano diverso di sostegno alle imprese trentine, incentivandone il lavoro attivo e non solo la mera sopravvivenza, ripensando a un uso differente dei preziosi strumenti che l’Autonomia ci offre, mal utilizzati da troppo tempo.

A seguire, dopo i saluti istituzionali del dottor Giorgio Manuali di Forza Italia, consigliere Vittorio Bridi della Lega Nord e dal consigliere regionale Alessandro Urzì, si è aperto il dibattito con gli interventi dei candidati al Congresso Nazionale di Fratelli d’Italia/AN che si terrà a Trieste il 2 e 3 dicembre.

Dopo una discussione che è durata tre ore, si è proceduto all’elezione dei nostri 13 delegati, dei quali il 45% sono appartenenti al nostro gruppo giovanile: di questo siamo profondamente orgogliosi e fieri, poiché raggiungere i giovani, cittadini del futuro, è già una vittoria.