FCA GUIDA LE VENDITE DI VEICOLI IN AMERICA LATINA NEL SECONDO TRIMESTRE; A GIUGNO REAZIONE NELLE VENDITE

• FCA ha guidato le vendite in America Latina nel secondo trimestre con una quota di mercato del 15,9%.

• La domanda per la Nuova Fiat Strada in Brasile è superiore alle aspettative

Le vendite di automobili e veicoli commerciali leggeri hanno avuto a giugno una reazione significativa in tutta l’America Latina in un trimestre fortemente influenzato dagli effetti della pandemia. Nel periodo tra aprile e giugno, Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha raggiunto la leadership nel mercato dei veicoli in sud america (Messico escluso), con il 15,9% della quota di mercato, chiudendo come leader in Brasile e al secondo posto in Argentina.

FCA ha guidato il mercato brasiliano di automobili e veicoli commerciali leggeri nel trimestre, con una quota del 19,8%. Il marchio Fiat, con una quota del 14,3%, è aumentato di 0,4 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2019; il Brand Jeep, con il 5,3% di quota, ha anche guadagnato 0,4 punti percentuali di quota di mercato nel confronto allo stesso periodo dello scorso anno. Fiat ha guidato il segmento dei pick up in Brasile, con Strada e Toro in testa. Anche i modelli Jeep Renegade e Compass hanno guadagnato quote di mercato, supportando l’espansione del marchio.

Le richieste della nuova Fiat Strada, lanciata in Brasile il 26 giugno, sono ben al di sopra delle aspettative. Fiat ha avuto oltre 5.000 unità richieste in una settimana di vendite, anche prima del lancio della campagna pubblicitaria.

In Argentina, FCA ha raggiunto una quota di mercato del 15,4% nel trimestre. I due marchi principali del gruppo hanno guadagnato quote di mercato. Il marchio Fiat ha guadagnato 1,7 punti percentuali di quota di mercato, chiudendo il trimestre con una quota di mercato dell’11,2%, mentre Jeep ha guadagnato 1 punto percentuale, chiudendo il trimestre con una quota di mercato del 3,5%.

In altri paesi dell’America Latina, escluso il Messico, la quota di FCA è stata del 3%.

PANORAMICA DEL MERCATO LATAM

Nel secondo trimestre dell’anno, le vendite totali di veicoli in America Latina (escluso il Messico) sono state pari a 354.900 unità. Il risultato riflette il forte impatto della pandemia sulle vendite, in calo del 58,3% rispetto al primo trimestre dell’anno e inferiore del 66,2% rispetto al secondo trimestre del 2019.

Brasile è il più grande mercato, con oltre 230.500 veicoli, che rappresenta una diminuzione del 56,7% rispetto al trimestre precedente e una diminuzione del 65,5% rispetto al secondo trimestre del 2019. L’Argentina ha registrato 58.700 veicoli nel trimestre, con un calo del 32,1% rispetto al trimestre precedente e un calo del 44% rispetto al secondo trimestre del 2019. Negli altri paesi della regione, le vendite sono state di 65,7 mila veicoli, con un calo ancora più pronunciato: -71,7% rispetto al primo trimestre di quest’anno e -76,6% rispetto al secondo trimestre del 2019.

Nel mese di giugno, il mercato automobilistico della regione ha registrato 189.700 mila unità vendute, il che rappresenta un aumento del 90,6% rispetto a maggio. Ma il mercato è ancora inferiore del 43,9% rispetto alle vendite di giugno 2019.

Il Brasile è stato il mercato più attivo, con 122.700 mila veicoli venduti (+117% rispetto a maggio; 42,5% inferiore a giugno 2019). L’Argentina ha totalizzato 35 mila unità (+78% rispetto lo scorso mese di maggio e +1,6% rispetto giugno 2019) e gli altri paesi della regione (escluso il Messico) hanno totalizzato 32 mila unità vendute (+37,2% su maggio 2020 e 64,6% in meno rispetto al giugno dello scorso anno).