News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

FBK – FONDAZIONE BRUNO KESSLER: PANDEMIA, « RILASCIATA LA VERSIONE COMPLETA DELL’OSSERVATORIO INFODEMICO SUL COVID19, DEL COMUNE LAB »

Scritto da
10.21 - venerdì 26 febbraio 2021

Introdotte molte nuove caratteristiche rispetto alla versione beta del marzo 2020. L’osservatorio (LINK) diventa una risorsa liberamente fruibile che permette a ciascun utente di condurre in piena autonomia, grazie ad una piattaforma chiara e facilmente usabile, una quantità di analisi per le quali al momento non esiste nessun’altra risorsa online disponibile.

La Fondazione Bruno Kessler (FBK) lancia ufficialmente il nuovo Osservatorio Infodemico per la COVID-19. Questo lavoro è stato consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per comprendere meglio l’impatto di un’infodemia su scala globale. A seguito delle conferenze globali dell’OMS tenutesi nei mesi di aprile e giugno 2020, la comunità scientifica ha fatto presente la necessità di strumenti di ricerca basati su evidenze per comprendere, monitorare e misurare meglio il fenomeno infodemico.

Basato su tecniche di intelligenza artificiale, data science e network science, l’Osservatorio fornisce in tempo quasi reale una lente unica sullo stato attuale della disinformazione e della cattiva informazione diffuse nella popolare piattaforma di microblogging Twitter.

Lo strumento computazionale, accessibile al pubblico, è il risultato di una collaborazione interdisciplinare che coinvolge fisici, informatici, economisti della cultura, esperti di salute pubblica e comunicazione di FBK promossa dall’OMS.

La piattaforma offre informazioni sull’evoluzione dell’infodemia – ovvero la sovrabbondanza di informazioni non necessariamente affidabili – sulla COVID-19, utilizzando un insieme di indici messi a punto per l’analisi di questo fenomeno sempre più preoccupante che sta emergendo a livello planetario, che si basano su un documento scientifico sottoposto a revisione da parte di esperti anonimi recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature Human Behavior.

“Abbiamo bisogno di nuove metodologie e metriche per misurare le infodemie e sviluppare interventi che ne annullino l’impatto negativo. Capire dove esistono vuoti di informazioni ci consentirà, ad esempio, di garantire che informazioni più affidabili arrivino alle comunità prima che fonti meno affidabili occupino lo spazio e la mente. La comprensione di questo ecosistema di informazioni sarà una componente chiave nella gestione di un’infodemia durante le emergenze sanitarie”, afferma Tim Nguyen, capo dell’unità Prevenzione Eventi ad Alto Impatto presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

“Le infodemie sono l’equivalente socio-cognitivo dei processi infettivi. Diffondere informazioni o idee che, nel bel mezzo di una crisi sanitaria, fuorviano sistematicamente l’opinione pubblica e spingono le persone a fare scelte sbagliate, diventa un problema di salute pubblica così come l’epidemia stessa”, afferma Pier Luigi Sacco, ricercatore FBK e membro del gruppo di ricerca, esperto di politiche pubbliche e docente presso l’Università IULM di Milano.

Secondo Manlio De Domenico, scienziato dei sistemi complessi e capo dell’Unità di ricerca Complex Multilayer Networks Lab di FBK che ha guidato il team che ha lavorato sul progetto: “le infodemie presentano caratteristiche vicine a quelle delle epidemie, con milioni di persone che non sono consapevoli di essere esposte a notizie inaffidabili che sono state diffuse online. Le dinamiche di questo fenomeno devono ancora essere comprese e questo Osservatorio rappresenta un passo importante nella giusta direzione”.

Questa risorsa viene messa pubblicamente a disposizione dell’intera comunità scientifica e professionale per moltiplicare il più possibile gli sforzi di comprensione e analisi in una situazione di grande emergenza sociale come quella attuale.

 

*

Principali novità

Nella nuova versione sono disponibili una serie di indicatori che offrono possibilità uniche di analisi del rischio infodemico e di facile uso: l’indice di rischio infodemico che misura la penetrazione delle notizie provenienti da fonti biased o inaffidabili, l’indice di rischio infodemico dinamico che misura l’intensità di propagazione delle notizie inaffidabili, l’indice di inaffidabilità delle fonti che misura il peso delle fonti biased o inaffidabili nell’ecosistema comunicativo di un Paese.

La nuova versione permette anche la comparazione tra lo stato di rischio infodemico di tutti i principali Paesi del mondo. L’osservatorio offre anche casi di studio approfonditi su alcuni paesi selezionati che offrono agli utenti una guida su come costruire analisi simili per tutti gli altri Paesi per i quali i dati sono disponibili.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.