La Provincia autonoma di Trento, in un nota stampa, informa che sono 1.060 i genitori che, ad oggi, hanno richiesto la Family Card, con una media giornaliera di 45 tessere rilasciate e di 10 genitori che richiedono informazioni e assistenza allo Sportello Famiglia dell’Agenzia. Per la Provincia di Trento si tratta «di un risultato importante, se si pensa che il servizio è attivo dal 15 gennaio». Attualmente il sistema coinvolge 22 servizi a tariffa agevolata, ma a breve aderiranno nuovi fornitori di beni e servizi nei settori della cultura, dello sport, della ristorazione.

La Family Card consente ai nuclei familiari composti da uno o due adulti e dai figli minorenni, anche più di quattro, di accedere alle strutture come musei, castelli e siti archeologici pagando un solo biglietto a tariffa ridotta. Mmentre per i i trasporti urbani ed extraurbani della provincia di Trento, la Family Card consente ai nuclei familiari (sempre composti da uno o due adulti e dai figli sotto i 18 anni) di viaggiare pagando un solo biglietto intero. Inoltre ogni papà o mamma, se accompagna i propri figli minori, può usufruire dell’agevolazione anche separatamente, con la propria Family Card personale e non cedibile.

La card è gratuita; l’iscrizione on-line utilizza il sistema di identificazione digitale collegato alla Carta provinciale dei servizi (tessera sanitaria), che certifica la correttezza dei dati di chi richiede la Family Card, li stampa sul Qr Code e non costringe la famiglia ad autocertificarsi ogni volta che usufruisce delle agevolazioni tariffarie. La Family card è ntegrata con il sistema di servizi on-line che consente di iscrivere i figli a scuola, di accedere ai propri dati sanitari, di ottenere le prestazioni sociali.

Per informazioni e procedura di attivazione: https://fcard.trentinofamiglia.it/

 

 

 

 

Illustrazione: da comunicato stampa