Cyber bullismo, revenge porn, stalking online, minacce e insulti sui social network, ma anche furto di dati personali e frodi informatiche; i pericoli connessi all’uso di internet sono molteplici e non sorprende che le compagnie assicurative stiano mettendo a punto polizze dedicate alla protezione dei cittadini, contribuendo a creare un mercato potenziale che, secondo le stime di Facile.it, in Italia potrebbe valere più di 100 milioni di euro l’anno.

Si tratta di prodotti assicurativi dal costo contenuto, che varia mediamente tra i 24 e i 40 euro l’anno, ancora poco diffusi in Italia ma dalle grandi potenzialità se si pensa che, secondo dati diffusi di recente, nel 2017 sono stati 16 milioni i cittadini che hanno avuto problemi con il cyber crimine.

Dal supporto tecnico e legale a quello psicologico, dalla tutela dell’identità digitale al recupero dei dati persi; ecco come funzionano le polizze cyber risk, cosa coprono e, anche, cosa non coprono.

Sperando che la notizia sia di vostro interesse e possa trovare spazio sulla testata alleghiamo la relativa nota stampa e rimaniamo a disposizione per qualunque necessità di approfondimento.