VIDEONEWS & sponsored

(in )

ENPA – ROMA * CATTURA ORSO: « FUGATTI AVEVA BISOGNO DI M49 IN CATENE PRIMA DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE PER ALIMENTARE LA POLITICA DELLA PAURA »

Cattura orso, Enpa: Fugatti aveva bisogno di M49 in catene, di un colpo di teatro prima delle elezioni amministrative per alimentare la politica della paura.

E’ stato catturato e scortato nella trappola tubo da una nutrita quantità di Forze dell’Ordine, passando di paese in paese fino ad arrivare al Casteller. Una processione: la processione del prigioniero. Una inutile caccia all’orso voluta con tutte le forze dalla Provincia Autonoma di Trento: tra poche settimane i malgari sarebbero scesi a valle e l’orso sarebbe andato in letargo, ma i cittadini avrebbero già votato. Sì perché il 20 e 21 settembre si vota in 158 Comuni del Trentino e in 113 dell’Alto Adige. Una coincidenza? Fugatti aveva bisogno ora di M49 in catene, da portare in processione e da esibire solo per alimentare una campagna elettorale che ha sempre di più i tratti di una vera campagna di odio, che si nutre della paura delle persone e giocata sulla pelle degli orsi, soprattutto quella di M49. L’Ente Nazionale Protezione Animali non resterà a guardare.

Ormai la questione non è più solo di – seppur gravissima – natura ambientale, ma di ordine pubblico, per le conseguenze che può avere sulla tutela della popolazione degli orsi. L’esposizione che ha suo malgrado subito M49, mostrato in trappola attraverso foto, video, trasportato attraverso i paesi, non è che l’ennesimo segnale di sopraffazione che si aggiunge ad altri inaccettabili episodi, come l’inseguimento in automobile di un’orsa priva di parte di una zampa con il suo cucciolo, che ha visto inopinatamente solo blande sanzioni per i due responsabili e il silenzio da parte della Provincia.

L’intervento del Ministro dell’Interno – oltre a quello già da noi richiesto del Ministro dell’Ambiente – è ormai necessario per riportare la politica nell’alveo di modalità normali lontane dal cinismo che vede vittima innocente il simbolo M49, che, dicono le cronache, nelle settimane della sua fuga disperata ha perso più di 40 chili di peso. E’ ora di finirla con la caccia alle streghe e rimettere al centro reali politiche di tutela degli animali e di convivenza con gli esseri umani, lasciando da parte, una volta per tutte, la mera propaganda.

 

*
Foto: archivio Pat