VIDEONEWS & sponsored

(in )

ENI * RISULTATI SECONDO TRIMESTRE: « PERDITA OPERATIVA ADJUSTED DI 0,43 MILIARDI (UTILE OPERATIVO ADJUSTED DI 2,28 MILIARDI DEL PERIODO DI CONFRONTO) »

Risultati consolidati

Risultati penalizzati dall’effetto combinato della recessione economica causata dal COVID-19 che ha ridotto la domanda energetica e dalle condizioni di oversupply di petrolio e gas.

  •   Risultato operativo adjusted: perdita operativa adjusted di €0,43 miliardi nel secondo trimestre (utile operativo adjusted di €2,28 miliardi del periodo di confronto). Primo semestre: utile operativo adjusted di €0,87 miliardi (-81% rispetto al 2019). Al netto dell’effetto scenario di -€2,6 miliardi e degli impatti del COVID-19 di -€0,3 miliardi1, la performance del trimestre è stata positiva per +€0,2 miliardi; nel semestre la performance è stata positiva per +€0,3 miliardi.
  •   Risultato netto adjusted: perdita netta adjusted di €0,71 miliardi nel secondo trimestre e di €0,66 miliardi nel semestre, dovute alla flessione dell’utile operativo a cui si aggiunge l’aumento del tax rate consolidato a causa dello scenario depresso.
  •   Risultato netto: perdita netta di €4,41 miliardi e €7,34 miliardi rispettivamente nel secondo trimestre 2020 e nel primo semestre 2020, determinata dalla rilevazione di svalutazioni pre-tax di attività non correnti di €3,4 miliardi (di cui €2,8 miliardi rilevate nel secondo trimestre) riferite principalmente a asset oil&gas e impianti di raffinazione in funzione della revisione dello scenario dei prezzi/margini degli idrocarburi per un valore complessivo post-tax di €3,6 miliardi comprensivo di svalutazioni di crediti d’imposta (€3,5 miliardi rilevati nel secondo trimestre). L’adeguamento del valore contabile del magazzino ai prezzi correnti ha inciso per €1 miliardo.
  •   Flusso di cassa netto da attività operativa adjusted – prima della variazione del circolante ed escludendo l’utile/perdita di magazzino – pari a €3,26 miliardi nel semestre (-52% vs. corrispondente periodo 2019); €1,31 miliardi nel trimestre (-61%). La flessione del semestre è attribuibile per -€3,5 miliardi all’effetto scenario, compresi gli effetti sui dividendi delle partecipate, per -€0,6 miliardi agli impatti COVID-19 e per -€0,3 miliardi al fair value dei derivati, mentre la performance è stata positiva per +€0,8 miliardi.
  •   Generazione di cassa operativa: circa €2,4 miliardi nel semestre (-64%); €1,4 miliardi nel trimestre (-69%).
  •   Investimenti netti: €2,86 miliardi nel semestre, ridotti del 24% grazie al piano di revisione dell’attività realizzato da marzo, finanziati interamente dal flusso di cassa adjusted.
  •   Indebitamento finanziario netto: €19,97 miliardi (€14,33 miliardi ante lease liability – IFRS 16) in aumento di €2,85 miliardi rispetto al 31 dicembre 2019.
  •   Leverage: 0,37 escludendo l’applicazione dell’IFRS 16, in aumento rispetto al 31 dicembre 2019 (0,24) e al 31 marzo 2020 (0,28). Includendo gli effetti dello IFRS 16: leverage a 0,51.

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2020/07/Comunicato-stampa-II-trimestre-2020.pdf” title=”Comunicato stampa II trimestre 2020″]

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2020/07/CS_ita_effetti-pandemia.pdf” title=”CS_ita_effetti pandemia”]