VIDEONEWS & sponsored

(in )

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO * BASKET: « LA SQUADRA CON GAMBE PESANTI E MENTE APPANNATA ESCE SCONFITTA DAL CEDEVITA OLIMPIJA LJUBLJANA, 87-65 NEL ROUND 9 DI 7DAYS EUROCUP

DI bianconeri cadono nel Round 9 di 7DAYS EuroCup contro gli scatenati sloveni: dopo un buon avvio salgono in cattedra Perry e compagni, che prendono il largo in un secondo tempo a senso unico. Trento, già qualificata alle Top 16, mercoledì si gioca il primo posto nel girone

Una Dolomiti Energia Trentino con le gambe pesanti e la mente appannata esce sconfitta dal Cedevita Olimpija Ljubljana 87-65 nel Round 9 di 7DAYS EuroCup: i bianconeri accusano le assenze e stanchezza della battaglia sportiva con Venezia di 48 ore prima, e dopo un avvio di compattezza e ritmo perdono la bussola e non trovano più il modo di arginare gli attacchi degli sloveni, che avevano disperato bisogno del successo per agguantare un pass per le Top 16.

Qualificazione raggiunta già da tempo dall’Aquila invece, che può ancora anche chiudere in vetta il girone: per la posizione finale dei trentini in classifica sarà decisivo l’ultimo turno in programma contro Gran Canaria. Poche luci per i bianconeri nella notte di Lubiana: 20 punti e nove rimbalzi per JaCorey Williams, in doppia cifra anche capitan Forray (14 punti a referto).

La cronaca | Coach Nicola Brienza deve ancora fare a meno di Morgan e Maye, ma trova in Toto Forray una preziosa arma offensiva per aprire bene il match: il capitano a metà partita è già in doppia cifra, ed è dall’arco che Trento con un Gary Browne subito caldissimo prova a mettere le marce alte nel punteggio. I bianconeri sono avanti di un punto al termine dei primi 10’ (20-21), e raggiungono il massimo vantaggio nella loro serata sul 24-30 a metà del secondo quarto.

Da quel momento in poi però il Cedevita diventa padrone della partita: un maxi parziale di 33-9 a cavallo dell’intervallo lungo in favore dei dragoni sloveni ribalta paurosamente inerzia e punteggio, spingendo i bianconeri addirittura al -26 con cui si chiudono i primi 30’ di gioco. Per l’Aquila è notte fonda, ma i bianconeri avranno nelle mani la chance di chiudere comunque al primo posto del gruppo D cercando la vittoria nel Round 10 contro Gran Canaria in programma a Trento mercoledì 16 dicembre.

 

Cedevita Olimpija Ljubljana 87

Dolomiti Energia Trentino 65

(20-21, 44-35; 70-44)

 

CEDEVITA OLIMPIJA LJUBLJANA: Radovic, Perry 14, Hopkins 7, Muric 8, Ukic 4, Blazic 15, Brown 13, Hodzic 5, Jones 14, Dimec 2, Marinkovic 3, Rupnik 2. Coach Golemac.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Martin 5 (1/2, 1/5), Jovanovic ne, Pascolo 6 (3/5), Conti 1 (0/1 da 3), Browne 9 (1/5, 2/6), Forray 14 (3/8, 2/6), Sanders 7 (0/4, 1/6), Mezzanotte 3 (0/1, 1/7), Williams 20 (6/17), Ladurner, Lechthaler ne. Coach Brienza.

Le parole di coach Nicola Brienza | «Prima di tutto voglio fare i complimenti al Cedevita per la vittoria e per la prestazione, erano davvero pronti ad affrontare questa partita per loro molto

importante. Noi abbiamo cominciato bene, mettendo in campo una buona performance in attacco e in difesa, ma ad un certo punto del secondo quarto ci siamo un po’ disuniti per colpa di qualche cattiva scelta di tiro. Il break di inizio terzo quarto, sommato a quel brutto finale di secondo periodo, ha creato un solco per cui non avevamo abbastanza energie mentali per poter reagire. Non sono contento della partita, ma conosco la squadra e i miei ragazzi, serate storte possono capitare e sono sicuro che reagiremo subito a partire dalle due partite in casa contro Cantù e Gran Canaria, sperando di avere qualche buona notizia dall’infermeria e di ricaricare un po’ le batterie in questi giorni».

 

La prossima | I bianconeri rientreranno a Trento per giocare domenica alla BLM Group Arena contro Cantù nell’undicesimo turno di campionato Serie A UnipolSai: palla a due alle 19.00, diretta Eurosport 2, Eurosport Player e Radio NBC.