VIDEONEWS & sponsored

(in )

DISTRETTO BIOLOGICO TRENTINO * REPLICA DICHIARAZIONI ZANOTELLI: « VI SONO STATI DUE INCONTRI CON L’ASSESSORA IN MERITO AL DDL OMONIMO DA LEI PRESENTATO »

A seguito delle recenti dichiarazioni pubbliche in Seconda Commissione del Consiglio provinciale dell’Assessora Giulia Zanotelli il Comitato ritiene necessario specificare che vi sono stati due incontri con l’Assessora in merito al DDL omonimo da lei presentato e avviato diversi mesi dopo la nostra raccolta firme per conseguire il referendum di cui siamo promotori.

Uno, il più recente, è avvenuto l’11 gennaio 2021 in presenza di alcuni funzionari per verificare con noi come ridurre i costi del referendum. In questa occasione abbiamo sottolineato che, se quella fosse stata la priorità, la Giunta Provinciale avrebbe potuto accorparlo alle elezioni comunali di settembre 2020.

Durante quella riunione, della quale non abbiamo ricevuto alcun verbale, l’Assessora ci ha solo annunciato l’intenzione di presentare un DDL sull’agricoltura biologica, senza tuttavia illustrarcelo né tanto meno renderci partecipi dei lavori. Non sappiamo se tale circostanza si possa chiamare “dialogo aperto”, certo lo troviamo piuttosto sterile.

Il primo incontro è avvenuto nel febbraio 2020, su nostra iniziativa, per illustrare all’assessora il quesito referendario che ancora dimostra di non aver capito. Il quesito, approvato dalla commissione preposta, formata dagli avvocati Andrea Manca (presidente), Lorenzo Eccher e Michele Kumar, non intende convertire tutto il territorio agricolo provinciale in biologico, bensì istituire un Distretto Biologico provinciale, un processo virtuoso a sostegno dell’agricoltura biologica e delle sue declinazioni, senza estendere obbligatoriamente tale metodo su tutto il territorio.

Un percorso analogo a quello avviato dal suo omologo, l’Assessore Mirco Carloni della regione Marche (suo compagno di partito) che, in data 12 aprile, si è riunito con le principali sigle del mondo agricolo, tra cui Coldiretti, CIA e Confagricoltura, per istituire un Distretto Biologico su tutta la regione.

 

*

Il Comitato promotore
del Referendum Distretto Biologico Trentino