Covid: deputati trentini Lega, estendere subito ‘modello Provincia Trento’ su test rapidi, ma serve deroga. “Interrogazione al ministro della Salute”. Estendere su scala nazionale il ‘modello Provincia Trento’ anti Covid. La sperimentazione nel nostro territorio sta dando risultati eccellenti grazie anche all’egregia gestione della situazione epidemiologica da parte della provincia autonoma trentina. Con un’interrogazione parlamentare che depositeremo già oggi vogliamo sollecitare il governo ad intervenire urgentemente in questa direzione consentendo ai farmacisti, previa formazione a cura dell’azienda sanitaria di pertinenza, di effettuare direttamente i tamponi antigenici rapidi. Per ampliare la sperimentazione e superare l’ostacolo della carenza di infermieri occorre una deroga”.

Lo dichiarano i deputati trentini della Lega: Vanessa Cattoi, Diego Binelli, Martina Loss e Mauro Sutto.

“I test antigenici – sottolineano gli esponenti del Carroccio – si basano su un tampone naso-faringeo e permettono di riconoscere la presenza dell’antigene nel paziente in tempi estremamente rapidi: circa 15 minuti, con elevate performance in termini di sensibilità e specificità. Caratteristiche che fanno del test antigenico rapido un test ideale per un utilizzo nelle farmacie territoriali a beneficio sia dei cittadini – considerate le attese eccessivamente lunghe e per il rilascio dei risultati dei tradizionali test molecolari – sia del Servizio sanitario nazionale, consentendo di sgravare, almeno in parte, il carico di lavoro dei laboratori e liberare risorse importanti.

Tuttavia, come ha evidenziato il presidente Fugatti, l’effettuazione del test antigenico richiede, allo stato, la presenza di personale infermieristico, la cui reperibilità è estremamente difficoltosa, considerata la carenza di infermieri che si registra, non solo presso la Provincia, ma in generale nell’intero territorio nazionale. Il ministro della Salute avrebbe già riconosciuto l’esigenza di procedere in questo senso. Attendiamo dunque un provvedimento ufficiale, ma occorre fare presto, vista l’ormai imminente stagione influenzale, nella quale il test antigenico in farmacia potrebbe rivelarsi fondamentale per distinguere rapidamente sintomatologie influenzali da positività al Covid-19”.

 

*

 

Interrogazione