Demagri (Patt): la Provincia si impegni a restituire le rette degli asilo alle famiglie che non hanno beneficiato del servizio.

E’ stata depositata un’interrogazione provinciale dalla Consigliera Paola Demagri (PATT) assieme ai colleghi Ugo Rossi e Michele Dallapiccola, per portare alla luce un tema che interessa molte famiglie.

“Ho depositato un’interrogazione per sollevare un tema importante, quello delle rette degli asili nido che sono state pagate dalle famiglie e che, in virtù delle misure per combattere il coronavirus, hanno visto il servizio sospeso e non ne hanno quindi potuto beneficiare”.

Il riferimento è al fatto che assieme a tutte le scuole il governo nazionale ha deciso di chiudere anche gli asili e gli asili nido.

“Ci attendiamo che la Giunta sia attenta a questa situazione e che intervenga a favore delle famiglie.”

Un pensiero da parte dei Consiglieri del PATT anche alle strutture (asili e asili nido) che a questo punto subirebbero il danno di non avere un introito importante. “In questo caso è importante valutare caso per caso, ma sicuramente visto il periodo di enorme crisi la Giunta deve essere attentissima per evitare di creare danni a chi eroga il servizio, che ha spese fisse da sostenere e dipendenti a proprio carico”.

Il PATT dimostra di essere attento alle situazioni che sono state causate da questa tremenda epidemia e assicura che vigilerà con tutti gli strumenti a sua disposizione, depositando atti a favore di tutti i soggetti che hanno subito e stanno subendo enormi danni per via del blocco delle attività.

“Abbiamo sperimentato il nuovo modo di depositare tutti gli atti politici e ci sentiamo quotidianamente con i colleghi per continuare a lavorare – conclude la Cons. Demagri – Certo non è come trovarsi fisicamente ma vogliamo garantire la nostra presenza istituzionale. Abbiamo anche dato al Presidente Fugatti la nostra disponibilità e auspichiamo un suo coinvolgimento. Siamo convinti che finito questo periodo orribile servirà uno sforzo enorme per salvaguardare tutte le attività economiche che dovranno ripartire.”

 

*

Paola Demagri
Ugo Rossi
Michele Dallapiccola