News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

DEGASPERI (ONDA) – INTERROGAZIONE * INVESTIMENTI ANIMALI SELVATICI: « LA PAT HA PROCEDUTO ALL’INDIVIDUAZIONE DI ZONE IN CUI REALIZZARE I CORRIDOI FAUNISTICI? »

Scritto da
18.55 - giovedì 19 maggio 2022

Interrogazione. Investimenti animali selvatici: tra inerzia della Giunta e sperimentazioni insabbiate ad andarci di mezzo sono automobilisti, motociclisti e animali.

La gravissima problematica dell’investimento di animali selvatici lungo le arterie trentine è nota da tempo così come sono noti i rischi che corrono motociclisti e automobilisti e i danni che subisce la fauna.

Nel novembre 2014 per esempio, il problema era ritenuto dai media “di grande attualità per il Trentino”. Siamo nel 2022 e la situazione non è cambiata. Si segnala qualche tentativo di affrontare la questione di cui però negli anni si sono perse le tracce. Il progetto “Margine” (2014) sviluppato con il Servizio Gestione Strade della PAT da un “robusto” gruppo di ricercatori di Eledia (Electromagnetic Diagnostic Research Center) presso i laboratori dell’Università a Povo, doveva sfornare un sistema di allarme per segnalare la presenza effettiva di un animale a bordo carreggiata.

Il sistema doveva basarsi sulla tecnologia delle reti di sensori wireless e dei radar: “situati lungo la strada, per esempio sui paracarri, i sensori inviano il segnale di pericolo alla segnaletica luminosa che si attiva al momento giusto per avvisare gli automobilisti in transito”. Per la validazione sperimentale del sistema Margine era stato scelto un tratto di 400 m tra le località Maso Cela e Vecchia Stazione di Cavalese in Val di Fiemme: installazione terminata nel luglio 2015 con contestuale attivazione del monitoraggio.In precedenza la sperimentazione era stata effettuata tra Predazzo e Ziano di Fiemme. Di tutto ciò non si hanno più notizie da allora, mentre gli investimenti e i conseguenti rischi per chi percorre le nostra strade crescono: 307 investimenti già nei primi 4 mesi del 2022.

In molti paesi europei la questione è stata affrontata da tempo e mitigata con soluzioni molteplici inclusa la realizzazione, nelle zone di attraversamento note, dei cosiddetti corridoi faunistici bocciati dalla Giunta e dalla maggioranza del Consiglio provinciale nel 2021. E’ stato però approvato l’ordine del giorno n. 456 che, nel riconoscere l’inefficacia delle iniziative finora poste in essere dalla Provincia, dimentica di citare il progetto “Margine” sopra richiamato.

E’ partita invece una nuova, ulteriore, sperimentazione nella Valle del Chiese, che vede l’utilizzo di termocamere a infrarossi. Queste ultime individuano la presenza dell’animale attivando i sistemi di avvertimento luminoso. Il Consiglio provinciale nel dicembre 2021 ha impegnato la Giunta a promuoverne ed incentivarne l’installazione.

Esistono però modelli già avviati nei territori vicini che sembrano funzionare. In Alto Adige per esempio si è puntato sull’applicazione di semplici catarifrangenti blu (costo 6 euro l’uno) a bordo strada.

I catarifrangenti, colpiti dalle luci delle auto emettono un fascio di luce verso l’esterno della carreggiata con l’effetto di impaurire l’animale che, normalmente, sceglie di scappare nella direzione opposta. Le statistiche ci dicono che con l’impiego di tale sistema i sinistri si sono ridotti fino al 73%.

 

Tutto ciò premesso si interroga il Presidente della Provincia per conoscere

1) le sorti del progetto “Margine” richiamato in premessa nonché i costi dello stesso con il dettaglio dell’eventuale finanziamento provinciale;

2) la valutazione del progetto avviato in Valle del Chiese con l’utilizzo delle termocamere e le località trentine dove, in applicazione dell’ordine dle giorno 456/XVI, se ne intende promuovere l’installazione incluse le tempistiche;

3) se, visto il ripetersi di investimenti, si è proceduto all’individuazione di zone in cui realizzare i corridoi faunistici come richiamato dall’ordine del giorno citato, ed eventualmente quali;

4) se l’utilizzo dei catarifrangenti blu, che altrove sembrano siano stati sperimentati con risultati positivi, è stato vagliato ed eventualmente da chi e con quale esito.

A norma di regolamento si richiede risposta scritta.

*

Cons. prov. Filippo Degasperi

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF [457.36 KB]

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.