VIDEONEWS & sponsored

(in )

DEGASPERI (ONDA CIVICA TRENTINO) – INTERROGAZIONE * STRADA FRICCA: « È INTENZIONE DELLA GIUNTA PAT AFFRONTARE DIRETTAMENTE LA SITUAZIONE ANZICHÉ DELEGARLA ALLE AUTORITÀ STATALI? »

Interrogazione a risposta immediata. Strade degli Altipiani, è ora di passare ai fatti.

Da sempre le SS 349 della Fricca e 350 di Folgaria e Valdastico vengono utilizzate quali scorciatoie per raggiungere la valle dell’Adige e l’A22 al posto del percorso naturale via Verona, risparmiando chilometri e pedaggi. Si tratta di strade inadeguate rispetto all’evoluzione dei mezzi pesanti, sempre più lunghi e ingombranti, che caratterizza questo traffico parassita. Sia la SS 349 che la SS350 attraversano centri abitati con abitazioni a raso strada, presentano tratti critici, ridotti raggi di curvatura, scarsa visibilità, strapiombi, pendenze e dimensioni della carreggiata che rendono ormai insostenibile il carico di mezzi che grava su queste arterie e che le comunità locali subiscono, puntualmente denunciato dai rappresentanti dei territori.

Numerosi sono gli incidenti verificatisi, in particolare a causa della necessità di occupare l’intera sede stradale in presenza di curve cieche o di tratti in cui è impossibile addossarsi al bordo strada. Una mozione approvata più di un anno fa aveva impegnato la Giunta a rappresentare le problematiche alle autorità statali e, in particolar modo, al Commissario del Governo, per il monitoraggio della situazione al fine di individuare le cause del fenomeno e al fine dell’adozione di misure opportune.

Si interroga il Presidente della Provincia per conoscere quali iniziative siano state effettivamente adottate finora, quando e con quale esito nonché se è intenzione della Giunta affrontare direttamente la situazione anziché delegarla alle Autorità statali, coinvolgendo in un piano straordinario di controlli il Nucleo autotrasporto della Polizia locale di Trento.

 

*
Cons. prov. Filippo Degasperi